Traffico: Cammarota, chiudere totalmente il centro di Salerno nei weekend.

0
36

timthumbUno dei problemi principali della città di Salerno, per ragioni strutturali, è quello delle via di accesso al centro cittadino, specialmente per gli automobilisti che entrano in città attraverso l’Autostrada Napoli-Salerno, che hanno come unica via di accesso al centro il collo di bottiglia di Via Vernieri. Il problema si ripresenta in manier ancora più accentuata nei weekend in cui ci sono a Salerno le “Luci D’Artista”, che comportano un maggiore afflusso di veicoli e la paralisi del traffico nel centro cittadino.

Secondo l’Avv. Antonio Cammarota, Consigliere Comunale e Provinciale del Gruppo Misto, l’unica soluzione per ovviare a questo problema è la chiusura al traffico del Centro di Salerno,  con l’istituzione di un servizio continuo di navette. “Quanto si è venuto a determinare sabato e domenica sera”, spiega Cammarota, “con la paralisi della città e le auto prigioniere nel traffico per ore intere era prevedibile ed evitabile, come prevedibile è ciò che continuerà ad accadere, perché non saranno sufficienti le misure comunicate lunedì dall’amministrazione comunale. E’ necessario, invece, come inutilmente richiesto da sempre e da ultimo nel dicembre scorso, disporre durante i week end di Luci d’Artista la chiusura totale del centro cittadino al traffico veicolare e di utilizzare navette a ciclo continuo così determinando il sapore e l’emozione della Festa, come avviene a San Matteo e a Capodanno. ” 

“Anche la Metro”, continua Cammarota, “va gestita in maniera più efficiente, con abbonamenti mensili, corse notturne, controlli; ma certamente, nei giorni di sabato e domenica, dalle 17 in poi, va chiuso totalmente al traffico veicolare il centro cittadino, dal fiume Irno al Teatro Verdi e al Carmine, con stop a Piazza della Concordia per tutti, con doppio senso di circolazione sul lungomare solo per mezzi pubblici e di soccorso; e con navette a ciclo continuo, veloci per le strade libere, pagate con il parcheggio o con minimo ticket pro capite, ma con esborso complessivo inferiore a un parcheggio in Piazza Concordia che non c’è, o al consumo di carburante delle auto prigioniere per ore nel centro cittadino, vanificandosi così anche l’attesa dei commercianti.”

L’Avv. Cammarota intende formalizzare la sua proposta sia come interrogazione al Sindaco ed all’Assessore alla Viabilità, sia come proposta nella Commissione Consilare competente.

1 COMMENTO