Il Sud fa il pieno a Miss Italia. Vince la siciliana Clarissa Marchese. A Miss Coraggio Rosaria Aprea la fascia di Miss Eleganza, Rosaria Alex Cerlino eletta Miss Cinema.

0
130

Con la conquista del titolo di Miss Italia 2014, da parte della siciliana Clarissa Marchese, e con  il portare a casa i due titoli più storici del concorso di bellezza più amato dagli italiani attraverso due bellezze campane: Rosaria Aprea  e Rosaria Alex Cerlino che hanno conquistato rispettivamente i  titoli nazionali di Miss Eleganza e Miss Cinema, il Sud dello Stivale si è posto all’apice della bellezza italiana.

Un’edizione particolare questa di Miss Italia 2014, oltre che per il compimento dei 75 anni del concorso, anche perchè ricorre l’80 compleanno di vita dell’attrice Sofia Loren, amata da quasi tutte le ragazze che dalle varie regioni d’Italia hanno partecipato a Miss Italia, definendola: “La più bella”. “Grandissima”. “Mitica”. “Irripetibile”, tanto da spingere Patrizia Mirigliani a legare Miss Cinema, più che mai, alla grande attrice e a proclamare Sofia Loren “Miss Italia ad honorem”, con tanto di simbolica fascia speciale. A questo si aggiunge la maglietta indossata da tutte le concorrenti a Miss Italia 2014 realizzata dall’artista Giuseppe Stampone che ha, operato con la penna Bic, nel quadro del programma decennale della Global Education, dipingendo un’effige della diva sull’indumento più visibile da queste indossato. Altra nota saliente che unisce la Loren alla Miss Cinema 2014, è che in realtà partecipava per la regione Basilicata, ma è nata a Pozzuoli, proprio come la Loren, e vive a Quarto di Napoli. La nuova Miss Cinema, che cercherà di raggiungere parte dei successi ottenuti dalla grande Sofia, ha per ora, più di tutte le altre 24 finaliste a Miss Italia 2014, risposto ai requisiti richiesti dal giurato Roberto Bigherati, direttore casting e fondatore del portale RBcasting.com, database e magazine di attori italiani ed internazionali, che nel 2004 ha fondato l’omonima società con la quale ha curato la realizzazione di numerosi film e serie tv. La Cerlino è riuscita ad attirare l’attenzione anche nei silenzi, caratteristica estremamente rara, che non tutte le attrici possiedono, ma che fa la differenza. Fondamentale è stato anche l’uso della voce e la mimica facciale espressa nel corso della sua presentazione alla giuria di questa 75a edizione del concorso.

Con la conquista dell’ambito titolo della fascia nazionale di Miss Cinema, la Cerlino riceverà il premio “RB Casting”: un profilo Professional nel sito di Bigherati, insieme ad attori ed attrici del calibro di Robert De Niro ed Angelina Jolie; e parteciperà a tre stage di cinema con la possibilità di partecipare ai casting di cinema nel corso dell’anno 2014/2015.

Ma se la Cerlino porterà con orgoglio la fascia di Miss Cinema sperando di realizzare successi in Italia e le auguriamo anche nel mondo come ha fatto Sofia, non è da meno l’altra fascia che la giuria ha assegnato a Rosaria Aprea, perchè il titolo di Miss Eleganza venne creato proprio per Sofia Loren nel 1950. Quando, per altra visione legata a quell’epoca che Miss Italia imponeva con i suoi regolamenti, tanto da spingere la giuria a non potere assegnare scettro e corona alla Loren per le sue forme, venne creata la fascia di Miss Eleganza. Infatti, proprio quelle forme, portamento, bellezza statuaria ed indiscusso volto bellissimo della rappresentazione della ragazza del Sud e all’epoca anche della porta accanto, possedute dalla Loren, avevano portata questa bellissima ragazza a non poter vincere Miss Italia, ma fece ben presto rendere conto ai giurati che doveva necessariamente avere un grande titolo una così grande ragazza.

La miss, di Macerata Campania, dunque avrà la possibilità, per le sue grandi capacità, di sfilare e di esprimere al meglio il ruolo che le è stato assegnato da un’esperta giuria, trovando subito, l’attuazione della propria professionalità attraverso una delle prossime sfilate organizzate dallo sponsor alta moda Maria Celli che ha stretto un sodalizio con Miss Italia

Rosaria era approdata alle prefinali nazionali del concorso con il titolo di Miss Coraggio Campania, voluto direttamente dalla patron del concorso, per la sua vicenda umana che l’ha colpita e l’ha fatta vittima del suo compagno violento e nonostante la ferita sia fisica, (una grande cicatrice), che quella interna ha voluto provare a realizzare il suo sogno ovvero quello di diventare reginetta d’Italia. “Sono soddisfatta dell’esperienza a Miss Italia – ha affermato l’Aprea – e spero che questo titolo, che è uno dei più storici ed importanti del concorso e che da qualche anno, come gli altri titoli nazionali è di grande importanza tanto da imporre il divieto di partecipazione nuovamente al concorso in anni successivi, proprio come quello di Miss Italia, mi porterà fortuna”.  Miss Eleganza 2014 ha proseguito il suo commento dicendo: “Tutte le volte che sono in passerella e sfilo sono felice, avrei voluto sfilare di più e avere l’opportunità di farmi conoscere meglio, ma l’eliminazione al primo turno non me ne ha dato l’opportunità”.

L’operazione di Patrizia Mirigliani condivisa e supportata oltre che dalla miss anche dal Codacons continuerà ad avere il ruolo, tanto caro a Patrizia, della salvaguardia dei diritti umani della donna.

Grandi potenzialità di successo anche per la nuova Miss Italia Clarissa Marchese, 20 anni,  studentessa, che ha sicuramente battuto un record nella notte dopo la sua elezione non dormendo nemmeno un minuto, tanti erano i servizi fotografici e le interviste richieste, e  alle 7,30 era già tornata dal suo albergo al Palazzo Arrex, a Lido di Jesolo, dove nelle prime ore della stessa giornata era giunta alla vittoria. A Ribera (AG) dove abita con la sua famiglia, c’è stata festa, e così sarà il giorno del suo ritorno a casa, fissato per la tarda sera di sabato alle 20, con  il ricevimento che il sindaco di Ribera Carmelo Pace, sta preparando per la Miss in municipio. Intanto frenetiche giornate stanno impegnando Clarissa Marchese  che insieme a Giulia Salemi, terza classificata e miss del settimanaleTV Sorrisi e Canzoni e stata festosamente accolta dalla redazione della rivista a Milano, Dopo queste giornate di grande impegno  sempre  ricca di TV, foto, interviste. Clarissa volerà  in Sicilia.

La nuova Miss Italia, nonostante lo stress dei giorni che l’hanno portata al successo, tutta la notte della sua elezione  ha partecipato, con disponibilità e simpatia, sorrisi e risposte ai fotografi ed altri, nel corso della cena di gala offerta dal  “Consorzio Ristoranti del Radicchio” e “Germinal Bio” a giornalisti e personaggi vip presenti all’evento, fino al taglio della torta a lei dedicata ed al corale brindisi. Alla Miss della 75a edizione è stata donata da Sandro Sassoli coordinatore generale del progetto ufficiale Monete e Medaglie Expo 2015, la coniazione rosa ufficiale dell’ Expo 2015. Si tratta di un conio speciale in argento colorato rosa, impreziosito con dei diamanti, lo stesso che fu donato l’8 marzo scorso alla donna più anziana d’ Italia e di Europa, la supercentenaria di 114 anni di Verbania, Emma Morano. Il conio rosa Expo 2015, consegnato da Sandro Sassoli, rappresenta una delle tipologie più particolari dell’intero progetto numismatico, e si ispira al progetto “We women for Expo” coordinato dalla presidente Diana Bracco. E’ stato realizzato dagli autori dell’Euro, l’italiana Laura Cretara, prima donna incisore al mondo, e il belga Luc Luycx. Sui suoi lati è raffigurata l’unione dei continenti con un simbolico numero 1, e l’Albero della Vita in cui la Cretara ha inciso le foglie di cinque alberi caratterizzanti ogni continente. In vista del grande evento dell’ Eposizione Universale di Milano, Miss Italia ha anche introdotto da quest’anno la speciale fascia Miss Italia Ecologia verso Expo 2015, vinto dalla lombarda Elisa Piazza.

Per quanto riguarda il concorso Miss Italia, il secondo anno di reale organizzazione attraverso la Miren, La7 e Magnolia ha dato i suoi frutti .

Marco Ghigliani, Amministratore delegato de La 7, in merito alla serata conclusiva del concorso Miss Italia si è così espresso: “ho il piacere di essere affianco a Patrizia Mirigliani per il secondo anno, abbiamo assistito ad una bellissima edizione di Miss Italia, un grande spettacolo, con un’immagine molto forte, scena fantastica, una gara intensa che ha visto protagoniste tante ragazze molto brave e molto belle soprattutto un racconto della speranza e della convinzione davvero impeccabile che ha fatto fruire l’emozione e la passione anche con il giusto tocco di ironia e questo è merito della grande personalità di Simona Ventura che ringraziamo davvero per una conduzione straordinaria. I risultati ci hanno premiato, la serata è stata trasmessa da due canali La7 e La7d ed ha avuto uno share di 7.23%, ed un ascolto medio di 1,2.000.000 di spettatori, le persone che hanno visto La7 registrano un contatto di 1,7.000.000, il momento dell’incoronazione è stato seguito dal 22,3% degli spettatori, sono dati molto importanti ed evidenziano una grande crescita grande e significativa rispetto allo scorso anno di oltre 30% e siamo soddisfatti anche della presenza che c’è stata sul web web e sui social di questo evento. Questo è frutto di un gran lavoro di squadra, di un progetto nuovo ed una formula  completamente ripensata da Patrizia insieme alla sua squadra, insieme a Magnolia e la direzione de La7 con la sua squadra, dalla direzione dei programma con Sara D’Amico alla direzione palinsesto Gianluca Foschi. Abbiamo fatto un grande lavoro, un lavoro che proseguirà e sono lieto di comunicarvi, anche da parte del presidente Cairo,  che per La7 Miss Italia continua e quindi ci vedremo anche il 2015 su La7”. Anche Patrizia Mirigliani, dopo avere ringraziato ed augurato gran successo che meritano non solo alle 24 finaliste, ma anche alle 60 che attraverso la televisione hanno avuto una buona visibilità e alle 190 ragazze che, comunque, con impegno e sacrifici oltre che per la loro bellezza, intelligenza e professionalità sono riuscite a giungere a Lido di Jesolo per le prefinali nazionali, si è soffermata a descrivere la piacevole serata vissuta per l’elezione della nuova miss. La patron del concorso ha detto: “E’ stata un’edizione di Miss Italia scorrevole, divertente, super format, moderna dove c’era la vera bellezza, anche la bellezza di uno spettacolo  che dava dei momenti di suggestione ed anche di emozione. Tra l’altro questa operazione di svecchiamento di Miss Italia ha dato i suoi frutti, ieri sera siamo stati per tutta la sera nei trend topic, abbiamo avuto circa 40.000 twitter durante la serata e twitter partiti tutti in maniera assolutamente positiva verso la serata con i complimenti di tutti, il 10% dei telespettatori erano donne giovanissime ed un target del 59% di donne e persone dai 35 ai 44 anni. E’ stata una sinergia bellissima con Simona Ventura che è veramente un animale da palcoscenico e le ho chiesto di rimanere con Miss Italia anche per il prossimo anno, perchè è una donna assolutamente volitiva e che non ha paura di niente e di nessuno ed ho visto una sicurezza sul palco che non vedevo da tempo. I risultati sono decisamente soddisfacenti anche perchè siamo andati in onda su una rete dove non esiste l’intrattenimento e per ora l’intrattenimento siamo solo noi e la prospettiva, con la crescita di quest’anno, è di portare ancora più pubblico generalista su La7” . Non dimenticando l’intervento di un giornalista nella conferenza stampa di presentazione della 75a edizione di Miss Italia a Milano, Patrizia Mirigliani ha ringraziato La7 per la continuazione di lavoro, resa nota a tanti e confermato dallo stesso Ghigliani, che attraverso il programma Modi & Mode darà prossimamente a Giulia Arena Miss Italia 2013 con la conduzione unitamente all’attore – chef maestro di cucina Endy Luotto. Poi come suggerì, sempre in conferenza stampa a Milano, il giornalista esperto di enogastronomia, che segue anche Miss Italia dall’edizione del 1988, ha chiesto di offrire al più presto anche a Clarissa Marchese, possibilità di presenza televisiva per rendere la nuova miss un volto conosciuto, apprezzato, noto ed amato dai telespettatori. La Mirigliani ha concluso con un ringraziamento al sindaco di Lido di Jesolo Valerio Zoggia per l’ospitalità data al concorso aggiungendo: “faremo ancora più cose per i giovani perchè questa città è diventata la Città dei giovani”.

La trasmissione in realtà, vox populi vox dei, è completamente cambiata e rinnovata offrendo una piacevole visione ai telespettatori con il protagonismo del soggetto del concorso che sono le miss in gara con piacevoli quadri, effetti luce ed altre scenografie che hanno permesso alle ragazze in gara di esprimere la propria personalità, capacità, intelligenza, sdoganando il detto della ragazza della porta accanto, ma lasciando sostanzialmente il cuore del concorso che vuole un rinnovamento legato ai tempi e cioè una ragazza che oltre ad essere belle abbia tante espressioni di capacità di vita.

La conduzione della dinamica Simona Ventura che ha lavorato con le ragazze per giorni per rendere lo spettacolo del 14 qualcosa di veramente nuovo ed accattivante è stata l’altra carta vincente che la popolare presentatrice ha portato a Miss Italia creando una collaborazione alla buona riuscita attraverso la sua opera mettendo in primo piano l’opera e l’operato delle concorrenti.

LASCIA UN COMMENTO