Successo per le Giornate Europee del Patrimonio tra visite ai reperti, teatro, laboratori e musica al Museo di Pontecagnano.

0
120

Successo a Pontecagnano Faiano per le Giornate Europee del Patrimonio.

Grande partecipazione sabato 24 e domenica 25 settembre in occasione dell’iniziativa “L’antico in scena. Racconti, musica e teatro al Museo” promossa dal Museo “Gli Etruschi di Frontiera” in sinergia con il Comune di Pontecagnano Faiano e il Comune di Giffoni Valle Piana.

La manifestazione, che si è svolta in collaborazione con Società Cooperativa Metaia, Compagnia teatrale Il Giullare, Associazione italiana biblioteche, Associazione culturale Avalon, La Bottega di Will, era stata presentata giovedì 22 settembre alla presenza della Direttrice Gina Tomay, del Sindaco Ernesto Sica, dell’Assessora alla Cultura e Biblioteca del Comune di Pontecagnano Faiano Lucia Zoccoli, dell’Assessore alla Cultura del Comune di Giffoni Valle Piana Maria Volpe in rappresentanza del Sindaco Antonio Giuliano e del regista della compagnia del Giullare Andrea Carraro.

 

L’iniziativa ha avuto inizio sabato 24 settembre, a partire dalle ore 18, con la visita ai depositi museali attraverso un percorso appositamente adibito che ha testimoniato la ricchezza dei reperti portati alla luce dagli archeologi in numerose località del territorio picentino, solo in parte esposti nell’allestimento permanente. La serata è proseguita, nel giardino della zona bar, dove l’attrice Amelia Imparato ha recitato un monologo tratto dalle Memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar. Nell’Auditorium, invece, è andata in scena l’Apologia di Socrate con Dario Ricciardi per la regia di Andrea Carraro. La rappresentazione teatrale ha avuto una connotazione particolare per l’allestimento scenico, focalizzato su un’anfora databile VI secolo a.C. raffigurante la dea Athena conservata solitamente nei depositi.

Grande partecipazione anche alla giornata di domenica 25 settembre, fortemente sostenuta dall’Amministrazione Comunale di Pontecagnano Faiano. Start con il caffè al Museo. Ai piccoli visitatori la Biblioteca Civica “Alfonso Gatto” ha dedicato laboratori didattici per conoscere la storia e la conservazione dei reperti mentre gli adulti hanno preso parte al percorso guidato nei depositi. La mattina si è conclusa con un concerto di musica classica eseguito dall’Orchestra Sinfonica di Salerno “Claudio Abbado” all’interno della Biblioteca con un aperitivo di saluto.

Presenti all’evento anche le Associazioni Hortus Magnus e Parco storico Sichelgaita di Salerno.

 

“Il nostro Museo – dichiara il Sindaco Ernesto Sica – si conferma sempre di più la casa della cultura e queste giornate devono continuare a rappresentare un’occasione per sostenere concretamente i nostri tesori storici, archeologici e culturali”.

 

“Ancora una volta – afferma l’Assessora Lucia Zoccoli – registriamo uno straordinario riscontro per le iniziative culturali nella nostra casa della cultura. Dalle Giornate Europee del Patrimonio, in particolare, emerge chiaramente che la strada intrapresa è davvero quella giusta con il connubio vincente tra Museo, teatro e musica. In tal senso, a breve sottoscriveremo un protocollo d’intesa con la direzione museale per promuovere una serie di rappresentazioni teatrali da tenersi ogni primo venerdì del mese nella suggestiva location dell’Auditorium con la presenza sulla scena di reperti archeologici. Mi preme, ancora una volta, ringraziare la Direttrice Gina Tomay per una sinergia sempre più forte in tutte le iniziative utili al rilancio di un Museo che vanta un patrimonio di eccezionale testimonianza e di valore inestimabile tant’è che uno dei reperti rinvenuto nella nostra Città è esposto attualmente in una mostra internazionale a Pechino”.

LASCIA UN COMMENTO