Settimana di spiritualità e di cultura dal 28 giugno al 3 luglio alla Chiesa di San Bartolomeo a Pellare.

0
94

settimana spiritualità cultura 2016 - pellare (sa)“Il Cilento tra tradizione e innovazione nel XXI secolo”: questo il filo conduttore per l’ottava edizione della Settimana di Spiritualità e Cultura, il ciclo di incontri in programma nell’Antica Chiesa di San Bartolomeo a Pellare (Sa), dal 28 giugno al 3 luglio. La tematica di fondo della rassegna ideata e coordinata dal parroco Don Angelo Imbriaco si snoderà attraverso sei appuntamenti serali (inizio alle ore 19) in cui fenomeni di attualità e importanti aspetti dell’odierno dibattito civile e religioso verranno considerati nel confronto con le caratteristiche, la storia e l’identità del territorio.

Nella prima serata, martedì 28 giugno, si parlerà di “Architetture rurali e micro-architetture nel Cilento”, con l’architetto Camillo Crocamo, curatore dei volumi sull’argomento, che presenterà l’opera frutto di un pluridecennale e prezioso lavoro di studio, ricerca e catalogazione sul territorio. Il dibattito sarà integrato dall’esibizione dell’offerta degli agriturismi locali (Agriturismo “La Campetella” e “Casale degli Ulivi Resort” nel comune di Moio della Civitella) con allestimento di stand per esposizione e degustazione di prodotti.

Nella seconda serata, mercoledì 29 giugno, dapprima la Messa (ore 18) presieduta da Monsignor Giuseppe Casale, arcivescovo emerito di Foggia-Bovino ed ex vescovo di Vallo della Lucania. E a seguire, l’incontro dal titolo “Il fenomeno dell’immigrazione tra pericolo e opportunità: una prospettiva evolutiva”. Un tema scottante e attuale di cui parlerà il neurologo Giovanni De Vita, approfondendo la tematica anche in relazione alle dinamiche territoriali e alla popolazione locale. Il discorso si concentrerà sul fenomeno dell’immigrazione che può essere percepito come pericolo a livello soggettivo ma va visto come opportunità in una visione più ampia, comportante vantaggi evolutivi personali e sociali.

Giovedì 30 giugno, argomento è “La donna nel Cilento a 70 anni dal suffragio femminile”. Una serata in cui Anna Molinaro, docente di Filosofia e Storia, illustrerà il cammino della donna dal secondo dopoguerra ad oggi con riferimento specifico al Cilento. Partendo dalla data simbolica del 2 giugno 1946 (il referendum istituzionale monarchia-repubblica, le prime elezioni politiche in cui in Italia fu concesso il voto alle donne) si discuterà delle conquiste del mondo femminile nel contesto territoriale e del ruolo pubblico acquisito o meno dalle donne nel corso degli ultimi sette decenni.

“Lo sviluppo turistico del Cilento tra fascia costiera e aree interne” è il titolo della quarta serata, venerdì 1 luglio, in cui Pasquale D’Angiolillo, avvocato amministrativista, esperto di pubblica amministrazione e politiche turistiche, già presidente di CilentoTurismo.it e di Assoturismo-Confesercenti di Salerno, parlerà di sviluppo turistico nel territorio nell’ottica di una integrazione, ancora poco presente, tra i flussi diretti in estate sulla zona costiera e gli arrivi nelle molto meno frequentate zone interne.

Sabato 2 luglio, Enrica Majo, giornalista Rai, interverrà sul tema “La religiosità popolare nell’anno del Giubileo”, soffermandosi in particolare sulle feste religiose, che nel Cilento rappresentano ancora un sensibile fattore identitario e aggregante, in contesti spesso ormai piuttosto disuniti oltre che impoveriti sul piano demografico. Il discorso toccherà dunque le varie forme locali di devozione ai Santi e alla Madonna come si manifestano oggi e in un anno speciale per i fedeli, ovvero il 2016 del Giubileo della Misericordia.

Ultima serata, domenica 3 luglio,con l’incontro dal titolo “Papa Francesco e i nuovi scenari mondiali”, in cui Giuseppe Palmisciano, scrittore e docente di Storia alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, delineerà gli orizzonti globali connessi alle diverse aperture (in particolare l’intensificazione del dialogo con le altre confessioni religiose) recentemente promosse dal pontefice, analizzando inoltre le possibili ricadute a livello locale del dibattito di portata planetaria.

 

 

 

Il programma

SETTIMANA DI SPIRITUALITÀ E CULTURA 2016 – VIII Edizione

Pellare (Sa) – Antica Chiesa di San Bartolomeo (ore 19)

Dal 28 giugno al 3 luglio

Il Cilento tra tradizione e innovazione nel XXI secolo

28 giugno. Architetture rurali e micro-architetture nel Cilento (Camillo Crocamo, architetto) Presentazione dell’offerta degli agriturismi locali

 

29 giugno. Messa (ore 18)(presiede Mons. Giuseppe Casale, arcivescovo emerito di Foggia-Bovino)

A seguire (ore 19)

Il fenomeno dell’immigrazione tra pericolo e opportunità: una prospettiva evolutiva

(Giovanni De Vita, neurologo)

 

30 giugno. La donna nel Cilento a 70 anni dal suffragio femminile

(Anna Molinaro, docente di Filosofia e Storia)

 

1 luglio. Lo sviluppo turistico nel Cilento tra fascia costiera e aree interne

(Pasquale D’Angiolillo, avvocato amministrativista ed esperto di politiche turistiche)

 

2 luglio. La religiosità popolare nell’anno del Giubileo (Enrica Majo, giornalista Rai)

 

3 luglio. Papa Francesco e i nuovi scenari mondiali (Giuseppe Palmisciano, scrittore e docente di Storia presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale)

 

LASCIA UN COMMENTO