Screening dell’udito nel Cilento, visite al centro AVIS di Giungano.

0
101

audiometriadi Emilio La Greca Romano

A Giungano, nel Cilento, alla presenza di figure specializzate, si effettueranno numerosi colloqui, a cui faranno seguito gratuitamente l’esame obiettivo dell’orecchio e il test con l’audiometro per valutare la sensibilità uditiva

Continua l’attivo impegno dell’AVIS di Giungano e la preziosa opera di prevenzione fortemente  diffusa  sul territorio, grazie specialmente all’impegno del responsabile della sede locale, Ennio Francia, S. Ten. com. (c) CRI.

L’AVIS comunale di Giungano nell’ambito del programma “Progetto salute”, in collaborazione con il Centro Sordità Alfa Medical, si attiva nella campagna gratuita per l’accertamento uditivo finalizzato ad una salute responsabile. Il servizio di prevenzione si propone per tutta  la cittadinanza, sarà semplice, veloce e gratuito. Quanti interessati avranno modo di conoscere tempestivamente le reali condizioni del proprio udito. “Il personale tecnico, ribadisce Ennio Francia, responsabile della sede locale AVIS,  con prove di audiometria tonale e con l’ausilio di un video otoscopio a fibra ottica  aiuterà a risolvere eventuali problemi legati al deficit uditivo.

Le visite verranno fatte presso la sede dell’AVIS comunale di Giungano, via San Giuseppe 16, solo ed esclusivamente su prenotazione, telefonando al numero 0828/18.95.758, dal lunedì al venerdì, dalle ore 15:30 alle ore 18:30”.

L’udito è un sistema molto complesso, il primo dei cinque sensi a svilupparsi nel feto e a permetterci il contatto con la realtà circostante. L’elemento chiave del  sistema uditivo è ovviamente l’orecchio che capta i suoni, li modifica in impulsi elettrici e li trasmette, per mezzo di fibre nervose, al cervello, la sede della lettura e della interpretazione degli stessi.  E’ necessaria la scelta di un modello di vita sano e sottoporsi costantemente a visite di controllo. Gesti semplici e necessari a garanzia della personale protezione.

A tutela della salute dell’ udito è necessaria la protezione dell’ udito dai rumori forti e improvvisi, abbassare il volume  quando si ascolta la musica con cuffie o auricolari, allontanati di tanto in tanto se ti trovi in un ambiente rumoroso come un concerto o la discoteca, ridurre o eliminare il consumo di alcool e tabacco perché questi possono influire sul delicato meccanismo di trasmissione dei suoni al cervello; fare attenzione durante le immersioni e negli altri sport acquatici, in quanto la pressione dell’acqua, se eccessiva, può danneggiare il timpano; durante il decollo e l’atterraggio dell’aereo, se si sentono le orecchie tapparsi occorre esegui la “manovra di Valsalva”: volta a compensare  la pressione tappando il naso e soffiando con forza in esso; moderare l’assunzione di farmaci, specialmente antibiotici e attenersi alle indicazioni del medico; fare attenzione alla pulizia esterna delle orecchie: è sufficiente usare acqua e sapone, come per il viso, alla pulizia interna ci pensa direttamente l’orecchio; usare i bastoncini di cotone solo per pulire il padiglione esterno; controllare, dopo i venticinquesimo anno di età,  il proprio udito una volta ogni anno. Il calo uditivo influisce sulla qualità dell’esistenza in generale: ricerche specifiche dimostrano che chi ha un calo uditivo tende a isolarsi riducendo la partecipazione alle attività sociali, ludiche o religiose che arricchiscono e rendono piena la vita. La prevenzione delle malattie uditive è il segreto per vivere meglio.

LASCIA UN COMMENTO