Sanità, Giordano (M5S): la cabina di regia sull'assistenza domiciliare ennesima tornata di sistemazione di amici di De Luca, intanto i servizi sono sospesi.

0
79

decesso-a-minori-silvia-giordano-m5s-annuncia-i-58585L’ultimo regalo del governatore De Luca ai salernitani è la mancata assistenza domiciliare per 300 pazienti della provincia.

Da lunedì scorso, l’assistenza domiciliare dell’Asl di Salerno è stata sospesa e riprenderà solo quando la nuova “cabina di regia” istituita dal commissario Postiglione “per potenziare l’assistenza sanitaria” entrerà in funzione.

Il potenziamento paventato dall’Asl è l’ennesimo escamotage trovato da De Luca per sistemare gli “amici” e spazzare via i “nemici”.

Per due anni l’Asl di Salerno ha affidato al “Cruscotto direzionale”, coordinato dal dottore Antonio Lucchetti, la gestione centralizzata e informatizzata dell’assistenza domiciliare.

Poi con una delibera del 3 marzo scorso, Postiglione ha soppresso il “Cruscotto” per dar vita alla “Cabina di regia”, al cui interno ci sono anche l’ex moglie del governatore e un attuale consigliere comunale di Salerno.

Per sistemare amici e parenti, la Regione e il suo braccio operativo – l’Asl di Postiglione – hanno abbandonato 300 pazienti.

Se questa è la politica sanitaria che intende attuare la Regione Campania, il M5S non ci sta e chiede che venga ripristinata immediatamente l’assistenza domiciliare, altrimenti agirà per vie legali contro l’interruzione di un pubblico servizio.

Così in una nota la parlamentare salernitana del M5S Silvia Giordano.

LASCIA UN COMMENTO