Salerno si fa bella, lo SMAC Fashion ha il suo quartier generale, 3 appuntamenti con la bellezza, il primo domenica 31.

1
347

“Non mi piace la bellezza di serie – non c’è bellezza senza qualche stranezza”. Lo ha affermato qualche tempo fa lo stilista tedesco Karl Lagerfeld, ponendo l’accento sulla meraviglia di ogni donna con le proprie peculiarità.

“Non ci sono modelli da scoprire, è solo necessario capire cosa ci sta bene, quale colore, quale stile. Quando si conosce bene se stesse il gioco è fatto, saremo in grado di valorizzarci al meglio”, è così che Pasquale Salsano racconta la sua nuova scommessa imprenditoriale, partita di recente nel centro della città assieme ad Antonella Ferrara.

Un atelier – che è il suggello migliore dopo 25 anni di carriera – dove il semplice desiderio di prendersi cura dei propri capelli si trasforma in qualcosa di più. Il ritocco al trucco prima di uscire (realizzato da un’esperta truccatrice), la prova abiti, la galleria artistica, l’idea del “Just Click” ovvero una consulenza gratuita dove ogni donna può ricevere i migliori consigli di trucco e parrucco col supporto di una esperta.

Un nuovo Eden della bellezza frutto di un progetto nato nel 2008 con il Concorso nazionale per giovani talenti della moda, il quale ogni anno ha portato a Salerno creativi in cerca di uno spazio in cui esprimere lo stile più innovativo del Made in Italy.

In tanti – dopo aver sfilato nello splendido Salone dei Marmi del Comune di Salerno – non hanno più abbandonato quel gruppo di lavoro che oggi è diventato come una famiglia, ma anche un grande laboratorio di idee che regala respiro ai giovani che ancora sposano l’artigianalità.

Ecco che i due hair stylist, Antonella e Pasquale, oggi hanno scelto l’anima della città per continure il loro lavoro di sempre, arricchendolo di tanta arte ed un fittissimo calendario dedicato alla bellezza, alla moda ed alla cultura.

Lo “SMAC Fashion Atelier” è sì un luogo dopo trovare esperti parrucchieri, truccatori ed estetiste, ma anche un laboratorio di idee e cornice per imperdibili ed esclusivi eventi. Così ecco che mentre si effettua un taglio, si scorge dallo specchio una stilista che realizza il suo nuovo modello, capo che andrà ad arricchire la già importante collezione presente nel covo di Corso Garibaldi in un importante palazzo di fine Ottocento.

Tutti pezzi unici che nascono da una profonda riflessione o anche da un’esigenza come recuperare quel pezzo di stoffa della nonna o quel foulard rovinato. Qui tutto si crea col supporto di tanto talento e grande disponibilità.

Gli eventi sono cominciati in sordina, ma da oggi si apriranno al pubblico – gratuitamente e previa prenotazione via email.

Il calendario ufficiale prenderà il via domenica prossima 31 gennaio – dalle ore 18 alle 21 – con una mostra di pittura che unirà le creazioni di Maria Pellegrino e Giorgio Della Monica. A condurre la serata il giornalista e critico d’arte Vito Pinto.
Alcune delle opere resteranno all’interno dell’atelier per alcune settimane.

Domenica 7 febbraio – dalle ore 17:30 – sarà la volta della presentazione del libro di Lucia Quaranta “Mi insegno a volare”. Condurrà l’appuntamento Milva Carrozza, mentre al violino Monica Pezzano creerà emozionanti parentesi musicali.

Domenica 21 febbraio – dalle 18 alle 21 – Nataliya Zhodko terrà un appassionato laboratorio dedicato al feltro, una stoffa realizzata a mano attraverso l’infeltrimento di fibre animali come la lana cardata di pecora.

Ogni primo mercoledì del mese l’Atelier apre le porte al progetto Just Click. Una consulenza gratuita di un hair stylist, di una truccatrice ed una esperta di total look, i quali insieme (dopo aver fatto prove e sfilate con la diretta interessata a porte chiuse) stileranno una vera e propria carta di identità dove saranno consigliati i colori da indossare, le scelte del trucco e lo stile. Il tutto arricchito da alcune foto che immortaleranno l’evento. Occasione imperdibile per valorizzare se stesse ogni giorno o decidere cosa indossare (e come abbigliarsi) per un giorno davvero speciale.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti, ma necessitano di prenotazione all’indirizzo salernomoda@gmail.com.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO