Premio Giovanni Paolo II, Cammarota: la vera povertà è l'indifferenza.

0
156

Locandina-Premio-GiovanniPaoloIICala il sipario sulla XIª edizione del Premio Internazionale Giovanni Paolo II, con la cerimonia di premiazione che si è tenuta ieri, 12 dicembre 2015, nella Chiesa “Sacra Famiglia” Parrocchia S. Maria dei Barbuti di Salerno.

L’evento, promosso dall’Associazione Socioculturale ad Indirizzo Artistico AGLAIA di Scafati (Sa) presieduta dal Prof. Espedito DE MARINO, con una splendida cornice di pubblico che ha assistito alla consegna dei riconoscimenti a diversi personaggi ed autorità del mondo cattolico, politico-istituzionale, della scienza e della cultura.

Tra i premiati presenti all’ XIª edizione: On. Dott. Gioacchino ALFANO (Sottosegretario di Stato al Ministero della Difesa con delega allo Sport); Prof. Aurelio TOMMASSETTI (Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Salerno); Arch. Vincenzo NAPOLI (Sindaco di Salerno), Fra Raffaele CAPUTO (Frate Francescano OFM, Commissario Generale di Terra Santa dell’Italia Meridionale); Don Vincenzo COZZOLINO (Direttore Caritas Diocesana Napoli); Dott. Pasquale ANDRIA (Presidente del Tribunale dei Minori di Salerno); Dott. Alfredo ANZALONE (Questore di Salerno); Avv. Cav. Raffaele Gaetano CRISILEO (Avv. Cassazionista, Penalista, Cavaliere e Delegato di Capua dell’ Ordine del Santo Sepolcro di Gerusalemme) e diversi altri.

Il Premio divenuto ormai una manifestazione di particolare importanza nazionale ed internazionale, in ricordo ed in onore al “Santo” Pontefice, che vede premiati ogni anno i personaggi del mondo della Chiesa, della cultura, dell’arte, della scienza, della politica e istituzioni, che si sono distinti nelle loro azioni per la tutela e la promozione della sacralità della vita in armonia con i principi cristiani della Chiesa Cattolica. Tra gli insigniti più prestigiosi delle passati edizioni si ricorda Papa BENEDETTO XVI° il 28 marzo del 2007 in Città del Vaticano.
Nell’ edizione 2015 del Premio Internazionale Giovanni Paolo II, l’undicesima ideata dal noto musicista DE MARINO (chitarrista di Roberto Murolo per 16 anni) e condotta dallo stesso con il Gen. di Brig. (ris) Francesco LUPO , si è celebrato il tema della “Misericordia di Dio” tema centrale dello straordinario Anno Santo Giubilare indetto da Papa FRANCESCO.

La manifestazione è stata intervallata da diversi momenti di spettacolo musicale ad opera della nota cantante e attrice Lalla ESPOSITO, legata artisticamente al grande Luca DE FILIPPO recentemente scomparso, che è stato ricordato con poesie, appunti, pensieri cantati e recitati. Ad un mese di distanza dai tragici fatti di Francia e sulle note del brano “L’hymne à l’amour (l’inno all’amore)” di Édith Piaf , la cerimonia ha vissuto momenti di grande commozione con il ricordo e l’omaggio alle vittime degli attentati terroristici di Parigi del 13 novembre u.s.

Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato anche all’associazione La Nostra Libertà per il decennale impegno nella raccolta per la Mensa dei Poveri di Salerno, per l’opera di divulgazione e di azione per la solidarietà, per l’impegno nelle istituzioni e nel Consiglio Comunale di Salerno per costruire “la città della solidarietà”.

“i veri poveri sono solo gli indifferenti”, ha dichiarato l’avv. Antonio Cammarota ricevendo l’attestato che ha voluto dedicare alla Mensa dei Poveri di Salerno, ribadendo l’impegno continuo e costante per “la solidarietà, è un dovere morale che ci rende comunità e senza il quale non saremmo persone, ma solo frenesie”.

LASCIA UN COMMENTO