Il potere dell’attore, workshop in 4 appuntamenti con Alessio Di Clemente a febbraio al Teatro La Ribalta.

0
101

scritturadiluce02 2Il potere dell’attore – Dominare la performance davanti la macchina da presa
Workshop di recitazione cinematografica tenuto da Alessio Di Clemente

DOVE
c/o Teatro La Ribalta
Via Salvatore Calenda 98, Salerno.

QUANDO
Giovedì 25 Febbraio 2016 dalle10.00 alle 18.00
Venerdì 26 Febbraio 2016 dalle10.00 alle 18.00
Sabato 27 Febbraio 2016 dalle10.00 alle 18.00
Domenica 28 Febbraio 2016 dalle10.00 alle 18.00

Per un totale di 32 ore di lavoro effettive.

INFO
Per info, costi e iscrizioni:
Umberto Squitieri +39 338 1920683
Elia Amato +39 333 9669169
E-mail: workshop.laribalta@gmail.com

A CHI E’ RIVOLTO
I partecipanti possono essere attori o non attori, appassionati e amanti del cinema/teatro.
Possono partecipare sia maggiorenni che minorenni (con firma di un genitore o tutore).

DOCENTE
IMG_1089Alessio Di Clemente: Diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma dove oggi insegna, è divenuto, dopo aver portato in Italia le tecniche di introspezione psico fisica di Meisner studiate al Meisner Studio di Los Angeles, il responsabile della formazione degli attori alla sede milanese del Csc. Ha recitato in quasi 60 spettacoli: dal Teatro Stabile di Venezia a quello di Genova, dal Burghtheater di Vienna al festival di Edimburgo con Giuliana De sio, Arnoldo Foà, Lina Sastri, Giuliana Lojodice, Nancy Brilli, Pino Caruso e molti altri. È stato diretto da Michele Placido, Luigi Squarzina, Giancarlo Sepe e molti altri. Ha girato piu’ di 30 film, tra protagonisti in televisione insieme a Virna Lisi, Francesca Inaudi, Guido Caprino, Anita Caprioli, Kaspar Kapparoni e molti altri e cinema, di cui l’ultimo è L’Arbitro, coprotagonista con Stefano Accorsi.

OBIETTIVI
Durante le giornate di lavoro si affronterà il tema centrale della recitazione intesa in senso organico, come un percorso intimo e profondo atto a trovare la propria fonte creativa. Essa deve condurre a trasformare gli input sensoriali esterni in Visioni, attraverso l’apprendimento di tecniche psico fisiche che possano produrre una partitura di azioni interiori ed esteriori. Esse ci danno la forza di superare ogni ostacolo scenico e di dominare la performance, in ogni suo specifico passaggio.
Data la natura molto intima e personale di ciascun allievo ogni sessione di lavoro può svilupparsi attraverso percorsi imprevisti e per questo carichi di energia e potere creativo, chiave indispensabile ad evitare i clichees recitativi, vero e proprio nemico della creatività nell’ attore.
L’obiettivo finale è creare un percorso di lavoro personalizzato per ogni allievo che consenta di divenire liberi creativamente e in possesso di tutti gli strumenti utili a divenire il personaggio eliminando ogni tensione e godendo della bellezza e dell’efficacia del proprio lavoro.

LASCIA UN COMMENTO