Pontecagnano, la città delle grandi incompiute, duro attacco di Fratelli d'Italia alla giunta Sica.

0
101

logofdiIl Consigliere Comunale Antonio ANASTASIO e il capogruppo di Fratelli d’Italia – AN Pasquale LAMBERTI dichiarano: ” BASTA…. SIAMO STANCHI !! ”

L’ irresponsabilità di questa Amministrazione in un quadro economico sociale cosi nero, lascia davvero sgomenti. In un contesto cittadino drammatico, che ha ormai superato ogni livello di guardia, la maggioranza è ferma al palo senza elaborare soluzioni per la città di Pontecagnano Faiano.

Il gioco al massacro sulla pelle dei cittadini continua con perseveranza.
«Basta a chi fa della politica una becera gazzarra solo per mascherare una cronica incapacità a farsi carico delle problematiche dei cittadini; basta a chi pretende di governare senza ascoltare con umiltà e costrutto chi ha opinioni e progetti diversi; basta a chi specula sulla pelle dei cittadini solo per rancori o interessi di parte»

Le grandi questioni incompiute di questa città sono tante….

Litoranea: Abbandono e degrado che attanaglia da anni la fascia costiera di Pontecagnano Faiano ed il suo immediato retroterra.

Sicurezza: E’ impensabile che non siano state adottate misure preventive, né urgenti dopo l’inizio della serie di spiacevoli episodi che stanno colpendo il nostro territorio, a partire dalle zone limitrofe, fino al centro cittadino.

Viabilità: La viabilità sul territorio è ridotta in più punti ad una groviera, le strade comunali versano in uno stato comatoso sia all’interno delle aree urbane che in periferia.

Aeroporto: Mancanza di qualsiasi tipo di confronto e riferimento con il Comune e le realtà locali interessate allo sviluppo ed alla crescita dell’intero scalo.

Piano Urbanistico Comunale: Non è dato sapere a che punto è la stesura del preliminare di piano, che è la base su cui poi poggerà il PUC, ma è certo che nel frattempo le aree ancora non urbanizzate, come ad esempio i contenitori industriali, sono oggetto di utilizzo senza una chiara definizione della strategia generale che ne regolerebbe lo sviluppo in maniera organica.

Scuole: Vero fiore all’occhiello secondo l’amministrazione…. ma smentita nei fatti dagli ultimi avvenimenti. Crolli con relativa chiusura della scuola d’infanzia di piazza Garibaldi, sita in località Faiano, degrado e scarsissima manutenzione alla scuola primaria di Sant’Antonio come da sopralluoghi effettuati.

Tributi: Pari a zero la riscossione di alcuni tributi che dovrebbe versare la grande distribuzione nelle casse comunali.

Infine i Consiglieri ANASTASIO e LAMBERTI continueranno nella loro azione di controllo e vigilanza nei confronti di una politica miope sui provvedimenti seri per lo sviluppo della comunità.

LASCIA UN COMMENTO