Pontecagnano C’entro, incontro emergenza sicurezza: nei prossimi giorni un tavolo di concertazione.

0
43

incontro sicurezzaSi è tenuto ieri pomeriggio, nell’area convegni dell’ex Tabacchificio Centola, l’incontro sulla sicurezza, indetto dai commercianti del Consorzio Centro Commerciale Naturale “Pontecagnano C’entro”, aperto alla cittadinanza con l’invito di intervenire soprattutto rivolto ai rappresentati delle associazioni locali, delle associazioni di categoria, agli amministratori di condominio e a tutti i commercianti.

All’assemblea è stata invitata a partecipare l’Amministrazione Comunale, il Comandante della Polizia Municipale di Pontecagnano Faiano, il Comandante dei Carabinieri della Stazione Locale, il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Battipaglia ed il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Salerno.

Presente una rappresentanza dei commercianti di “Pontecagnano C’entro”, Consorzio formato da quaranta attività commerciali di Pontecagnano; il Presidente di Confcommercio Pontecagnano Faiano, Paolo Ferro; l’Assessore Municipale, Francesco Pastore; un gruppo di cittadini e altri commercianti del territorio.

Il giornalista Giovanni Sorgente, ha moderato l’incontro presieduto dal Presidente del Consorzio, Maria Giannattasio; il Primo Cittadino, Ernesto Sica; il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Battipaglia, Erich Fasolino e l’Assessore Comunale alla Polizia Municipale, Mario Vivone.

Il Presidente Giannattasio ha sottolineato, ad inizio incontro, l’importanza dell’individuazione di soluzioni efficaci e tempestive per dare risposta alle domande della cittadinanza in merito ai continui episodi verificatosi in città, che hanno minato la sicurezza e la tranquillità quotidiana, chiedendo se è presente nel Bilancio Comunale, un capitolo riservato alla tutela del territorio e come vengono utilizzati i fondi inerenti la sicurezza locale. Inoltre rivolgendosi al Comandante Fasolino, ha chiesto quale supporto,è possibile in quanto cittadini e come ci si può coordinare con le Forze dell’Ordine.

Il Comandante Fasolino ha dichiarato :”Abbiamo intensificato i controlli notturni e li stiamo estendo a tutto il territorio di competenza. È importante fare più attenzione, segnalare l’avvistamento di loschi individui, dotarsi di allarme in ogni attività commerciale ed in ciascuna abitazione e soprattutto non abbassare mai la guardia”.

L’Assessore Municipale, Vivone in merito ai fondi inerenti la sicurezza locale ha affermato: “Stiamo procedendo, con la Giunta Municipale, che ha approvato una delibera proprio nei giorni scorsi, per la realizzazione di un progetto di sicurezza territoriale a 360 gradi per garantire, una videosorveglianza totale su tutto il territorio”.

Tra i partecipanti, alcuni presenti in sala, hanno preso la parola, evidenziando come spesso, a causa della legislazione europea, i colpevoli di reato di furto e rapina, vengono lasciati a piede libero, già dopo pochi giorni.

Il Sindaco, Sica ha dichiarato al termine dell’assemblea: “L’ente comunale è disposto a mettere in campo qualsiasi azione al fine di rafforzare il concetto di sicurezza e siamo pronti per organizzare un tavolo di concertazione già domani, per intensificare l’impegno, preso dall’amministrazione comunale e l’invito alle Forze dell’Ordine per risolvere in maniera efficace il problema”.

“L’obiettivo del Consorzio e dunque il movente della convocazione dell’incontro non è stata la strumentalizzazione politica, come è stato evidenziato all’ apertura dell’assemblea pubblica, bensì il disagio e la paura vissuta dai cittadini e dai commercianti, in seguito ad episodi che ormai ogni notte si ripetono lungo le strade del nostro paese”, ci tiene a precisare il Presidente Maria Giannattasio.

“Durante l’incontro, più volte si è sottolineato come i falsi allarmismi, non hanno che conseguenze negative ed è stata posta l’attenzione sul fatto che Pontecagnano Faiano è un’oasi felice, rispetto a molti altri paesi, ma i problemi non si risolvono, paragonandosi a chi vive una situazione più disagiata. La volontà collettiva è quella di ripristinare il clima di tranquillità e magari di serenità economica che un tempo ha caratterizzato il nostro paese, decenni addietro. La causa dell’incremento di atti deplorevoli, è sicuramente da rintracciare nella disperazione causata dalla forte crisi che attanaglia l’intera nazione. Infatti episodi simili a quelli che si stanno verificando a Pontecagnano Faiano, stanno purtroppo colpendo l’intera provincia e non solo. Il rammarico maggiore è causato dalla constatazione di una basso numero di commercianti presenti e dell’assenza dei rappresentanti delle associazioni locali”, prosegue Giannattasio.

“Mi sarei aspettata dal primo cittadino, più coinvolgimento in merito alle problematiche che gli avevo sottoposto. Sicuramente per risolvere la situazione, è necessario il supporto, e la partecipazione degli enti preposti ma l’ente comunale è il primo organo di competenza per ciò che riguarda il territorio locale”, conclude il presidente.

Nei prossimi giorni, una delegazione del Consorzio “Pontecagnano C’entro” si recherà presso l’ente comunale, per confrontarsi con il Primo Cittadino sul da farsi in merito all’emergenza sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO