Partito il laboratorio "Mercuzio non vuole morire" con Armando Punzo a cura di Casa Babylon Teatro.

0
77

E’ cominciata con una full immersion attoriale lo stage che introduce la 5 giorni di eventi “Mercuzio non vuole morire” con Armando Punzo, organizzata da Casa Babylon Teatro.

20 allievi, provenienti da tutte le province della Campania e dal Lazio, hanno preso parte presso il Teatro del Centro Sociale di Pagani (SA) al primo incontro del laboratorio “Pratiche di Utopia” condotto da Punzo con la partecipazione di Aniello Arena, attore simbolo della Compagnia della Fortezza fondata da Punzo e vincitore del nastro d’argento per la sua interpretazione del film Reality di Matteo Garrone, e del musicista Andrea Salvadori, che nei lavori della compagnia è colui che traduce il racconto scenico in musica.

Il laboratorio andrà avanti fino al 19 febbraio, assieme agli altri appuntamenti che rientrano nel programma del progetto “Mercuzio non vuole morire”, una 5 giorni di eventi, incontri e teatro in programma da martedì 16 a sabato 20 febbraio 2016 con protagonisti Armando Punzo e la Compagnia della Fortezza (una delle principali compagnie stabili che operano all’interno dei carceri) che passa per la Lectio Magistralis all’Università di Salerno il 18 febbraio alle 11, la presentazione il giorno successivo di libri scritti da Punzo e da Arena sulla loro esperienza teatrale con la compagnia di detenuti alla Feltrinelli di Salerno. Il culmine nell’ultima giornata con un’Azione Teatrale Collettiva tra la Piazza e la Cupola del teatro Sant’Alfonso in mattinata, e in serata con il racconto-spettacolo “Mercuzio e altre utopie realizzate”, nell’ambito della rassegna “Scenari pagani” presso il Teatro del Centro Sociale di Pagani (SA).
Nella giornata del 20 febbraio la città di Pagani parteciperà al mattino, ore 11.00, all’Azione Teatrale Collettiva in cui il pubblico sarà chiamato a interagire attivamente con Punzo, Aniello Arena e la musica dal vivo di Andrea Salvadori in una Azione di piazza fortemente simbolica legata a Mercuzio e alla sua rivolta poetica. Mercuzio è il poeta, l’artista, il sognatore, il personaggio che il padre-autore Shakespeare sacrifica quasi subito nella tragedia di Romeo e Giulietta. E se Mercuzio non volesse morire? E se la vera tragedia fosse la morte del giovane sognatore, che muore parlando della vana fantasia di una mente vagabonda a Romeo, che lo aveva invitato invece a tacere? Nella morte di Mercuzio c’è la morte di un mondo, di una parte fondante e fondamentale senza la quale l’uomo scivola inevitabilmente verso la tragedia. Una grande sfida culturale. Un’utopia a cui, malgrado tutto, si vuole credere. Da questa riflessione nasce una grande scena teatrale per coinvolgere tutti coloro che non si arrendono, vogliono prendere in mano la propria vita e provare a cambiarla.
– al pubblico è richiesto di portare una valigia o un trolley, un guanto rosso e un libro al quale si è particolarmente legati, . Un provocatorio dialogo aperto con la città, l’apertura di un fronte di riflessione comune su quale sia la sorte della cultura nel territorio, che ha avuto una fitta rete di adesioni e di partecipanti tra i quali: Liceo Scientifico di Pagani, Superabile&Centroamico, Ipsseoa di Pagani, il presidio di Libera cittadino, Ritratti di Territorio, I Teatrini, Per una Pagani Migliore, l’associazione Autismo Fuori dal Silenzio, Associazione Floriano Pepe, Associazione Albero della Vita, Associazione Koru, Associazione Terra Narrante APS, Associazione Associazione Agro Arte, la Croce Rossa Agro, Confocommercio Pagani, Protezione Civile Papa Charlie, Legambiente Pagani, Associazione Culturale Non Solo Musica, Forum dei Giovani, Associazione Amici di Villa Calvanese.

Finale di questa 5 giorni la sera del 20 febbraio alle 21.00 con il racconto-spettacolo “Mercuzio e altre utopie realizzate” in cui insieme ad Armando Punzo e Aniello Arena, attore-simbolo della Compagnia della Fortezza, con le musiche di scena eseguite dal vivo da Andrea Salvadori e il coordinamento di Rossella Menna, si ripercorreranno i ventisette anni di storia della compagnia attraverso parole, frammenti spettacolari, video e musiche di scena. Questo ultimo appuntamento rientra nell’ambito della diciannovesima edizione della rassegna “Scenari pagani”.

Per sviluppare al meglio la 5 giorni culturale, l’associazione guidata da Nicolantonio Napoli ha coeso attorno a sé una fitta rete di partner, dando vita ad una serie di prestigiose partnership con: Colettivo Acca, Diffusione Teatro, Teatri Sospesi, Artenauta Teatro, Teatrazione, Duo Danza, Medianews24, Università degli Studi di Salerno, Unisart.
Partner istituzionali: Regione Campania, Provincia di Salerno, Comune di Pagani.

LASCIA UN COMMENTO