A Palazzo Genovese la mostra personale di Athos Faccincani, inagurazione lunedì 7.

0
95

24131Le opere di Athos Faccincani profumano di Mediterraneo. Dal 7 al 20 dicembre 2015 l’appuntamento è a Palazzo Genovese di Salerno.

Inaugurazione lunedì 7 dicembre, ore18.30, con la presenza dell’artista.

Interverranno:
Vincenzo Napoli Sindaco di Salerno
Ermanno Guerra. Assessore alla Cultura, Università e Turismo
Giuseppe Marrone Critico d’arte

Il pittore veneto sarà a Salerno presso le Scuderie di Palazzo Genovese dal 7 al 20 dicembre 2015 per effettuare un’importante mostra personale dedicata al Mediterraneo tra profumi di natura e mare blu.
Un’occasione unica per fruire delle suggestioni delle sue tele in una cornice splendida e vicina per un maestro che ha esportato spesso all’estero le sue opere.

Uno dei temi più trattati nell’esecuzione del vissuto artistico del Faccincani è quello del Mediterra-neo che traduce lungo le scelte stilistiche un’esigenza spirituale marcatamente debitrice della vita e dell’esplosione vitale che la costa campana e il suo mare hanno prodotto in un animo sedotto dalle armonie della natura e dal folklore locale. In questo senso è significativa la scelta di esporre in una Kermesse come il Palazzo Genovese di Salerno, luogo di incontro e di scambio tra le culture, ponte di collegamento con altre nazioni e altri popoli.

Il Mediterraneo sta allo spirito quanto l’aria sta alla vita. Mediterraneo è mare, certo, ma è anche terra, è intrecciarsi di percorsi, linguaggi, culture differenti. Motivo sempre presente e toccato più volte nel percorso artistico di Faccincani che nelle sue pennellate, cromatismi, nelle immagini solari trae linfa per un’elaborazione semantica disponendo di particelle del discorso fatte di attenzioni tecniche. Lo stilema pittorico mutua la figura retorica della sinestesia opponendo al profumo del Mediterraneo un’immagine. Elementi grafici evocativi percorrono i sensi in un vortice percettivo in cui il dato necessariamente sensoriale viene ripercorso e sublimato a favore di un’interpretatio del dato reale in una mediazione razionale e linguistica alla ricerca di una lingua, quella espressiva, marcatamente dilatata in un’acquisizione di significato che traduce elementi di forte cromatismo che edulcora un paesaggio fatto proprio e interiorizzato.
Non a caso Faccincani è ritenuto “un significativo ambasciatore della vitalità e della cultura del sud Italia”.
Ancora un omaggio del pittore veneto che esporrà trenta opere ad olio su tela rappresentanti la costiera campana focalizzandosi sulle bellezze di Amalfi, Ravello, Salerno, Capri, Positano, Ischia e tante altre realtà del nostro Mediterraneo.

La mostra sarà visitabile dal 7 al 20 dicembre presso le sale espositive del Palazzo Genovese di Salerno situato nel cuore della città.

LASCIA UN COMMENTO