Osservatorio Cure Palliative propone Dipartimento Interaziendale Polo del Sollievo (DIPS).

0
111

hospicecampania1Setting assistenziali (Ambulatorio-Hospice-Domicilio), l’Osservatorio Regionale Cure Palliative e Medicina del Dolore in Campania presenta una proposta operativa da sottoporre all’attenzione del Presidente della Regione Campania, l’onorevole Vincenzo De Luca, per garantire risposte adeguate alle persone affette da dolore cronico e ai malati oncologici e non in fase terminale di malattia.

In Regione Campania, l’incidenza dei tumori è di 735 casi per 100mila abitanti/anno (415 maschi – 320 femmine) e il tasso standardizzato di mortalità per tumore è pari a 368 per 100mila abitanti/anno; ne deriva che ogni anno il numero dei malati terminali dovrebbe essere di circa 19.427, poiché il 90 per cento dei malati deceduti per tumore (21.311) attraversano una fase terminale di malattia caratterizzata da un andamento progressivo irreversibile. A essi vanno aggiunti coloro che, pur affetti da patologia neoplastica, non sono ancora in fase d’inguaribilità e quelli affetti da forme inguaribili di patologie non oncologiche, come quelle neurologiche, polmonari, infettive e metaboliche.

La prevalenza di bambini con patologie oncologiche in Regione Campania è compresa tra 160 e 180 nuovi casi/anno e che la sopravvivenza/guarigione media è pari al 50 per cento, il fabbisogno di assistenza è stimabile in 70 bambini/anno.

Pertanto, l’Osservatorio Regionale Cure Palliative e Medicina del Dolore in Campania proporrà l’istituzione del Dipartimento Interaziendale Polo del Sollievo (DIPS), un organismo le cui prestazioni sono divise in sette macro attività:

  • ambulatori di terapia del dolore e cure palliative per adulti e bambini, aperti tutti i giorni feriali dalle 8.00 alle 16.00;
  • chirurgia antalgica, posti letto di ricovero ordinario con sale operatorie dedicate in cui si effettuano procedure ad alta e media complessità (neurostimolatori midollari, pompe per infusione di farmaci intratecali, cifo-vertebroplastiche, epidurolisi, radiofrequenze, nucleolisi discali);
  • letti di day hospital dedicati cinque giorni alla settimana, in cui si effettuano procedure a bassa complessità (epidurali, blocchi intra-articolari, blocchi-periferici, blocchi del simpatico);
  • consulenza intra-ospedaliera nei presidi ospedalieri delle Asl;
  • consulenze domiciliari di terapia del dolore e cure palliative per adulti e bambini su richiesta del medico di medicina generale;
  • Hospice per adulti e bambini, rete di 300 posti letto con un servizio medico/infermieristico/psicologo/oss h/24;
  • attivazione a domicilio dell’Assistenza Specialistica Territoriale di Cure Palliative (ASTEC). Il servizio è rivolto al malato (adulto e bambino) in fase avanzata e terminale di malattia e prevede una presa in carico totale del paziente con copertura medico-infermieristica 24 ore su 24, 365 giorni con fornitura direttamente a domicilio di presidi, ausili e farmaci, compresi gli oppiacei.

LASCIA UN COMMENTO