Operazione Sara 2012: 14 arresti per contrabbando di tabacco e spaccio di droga

0
131

SALERNO – Avevano organizzato tutto fin nei minimi dettagli: una grossa quantità di tabacchi lavorati esteri fuoriusciva dal porto di Salerno per essere rivenduto di contrabbando. I componenti dell’associazione si servivano perfino di mezzi delle imprese di pulizia per occultare la merce. Si trattava di un sistema perfettamente funzionante che ha visto la sua fine all’alba di ieri 4 Febbraio quando i Finanzieri del Gico di Salerno nell’ambito dell’operazione denominata “Sara 2012” hanno posto in esecuzione 14 ordinanze cautelari emesse dal Gip del Tribunale di Salerno Dott.ssa Donatella Mancini, nei confronti di 14 persone: sono tutti accusati a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata al contrabbando illecito di tabacchi lavorati esteri e spaccio di sostanze stupefacenti

I provvedimenti riguardano 10 persone di Salerno: Massimo Di Domenico, di Salerno (custodia cautelare in carcere), Gennaro Brigantino (custodia cautelare in carcere), Antonio Novella (arresti domiciliari), Umberto Alfieri (arresti domiciliari), Angelo Alfieri (arresti domiciliari), Gianfranco Avallone (arresti domiciliari), Aniello Pucci (arresti domiciliari), , Giuseppe Tranchino (arresti domiciliari), Pio Boccia (obbligo di dimora), Luigi De Chiara (obbligo di dimora) ed ancora Lorenzo Di Domenico di Montecorvino Rovella (arresti domiciliari), Luciano Alfinito di San Valentino Torio (arresti domiciliari), Angelo Arcella di Torre Annunziata (arresti domiciliari), Francesco De Felice di Torre Annunziata (arresti domiciliari). L’organizzazione criminale avrebbe avuto a base operativa l’area del porto commerciale di Salerno.

Dalle indagini è emerso, che alcuni dipendenti di una società addetta allo scarico delle merci dalle navi in approdo al porto, hanno con cadenza periodica effettuato scarichi di tabacchi lavorati esteri, trasportati all’interno di navi commerciali straniere “porta containers”. Il tabacco veniva in un primo momento nascosto all’interno del porto, senza venire passato per la dogana, per poi essere celato all’interno di containers e poi trasferito al di fuori degli spazi doganali. In questo modo poteva poi essere venduto all’ingrosso o al dettaglio, nell’hinterland salernitano ed oplontino. E’ stata quindi sequestrata mezza tonnellata di tabacco tra cui Marlboro, Pall Mall ed L&M.

Il sistema, durato per oltre due anni, era semplice: per il trasferimento della merce, il personale di pulizia, munito di lasciapassare, riusciva ad eludere i controlli. Tuttavia, le indagini, eseguite anche mediante intercettazioni telefoniche, appostamenti e pedinamenti, oltre ai sopralluoghi sul posto, hanno consentito di accertare anche che alcuni componenti dell’organizzazione, si occupavano di reperire nel quartiere di Scampia e nelle altre piazze di spaccio napoletane, diversi tipi di sostanze stupefacenti su esplicita richiesta degli acquirenti. Per l’avvocato Andrea Gambardella difensore di fiducia di Giuseppe Tranchino “Lo spaccio della droga era soltanto un’attività marginale e collaterale all’associazione, tuttavia le indagini sono ancora al vaglio degli inquirenti e le responsabilità dei singoli devono essere certamente commisurate al ruolo rivestito da ciascuno di essi all’interno di quella che viene definita come associazione. Resta il fatto che questi arresti siano un dato che pone in evidenza come anche nella “Salerno turistica” lo spaccio si presenta come una piaga autentica e sempre più preoccupante.”

1 COMMENTO

  1. Il fumo è la più stupida mortale e costosa trappola che l’uomo si sia mai costruito! Inoltre ha un vantaggio inestimabile: prima o poi porta ad un infarto cardiaco che abbrevia la vita del fumatore tanto da risparmiargli di morire di cancro ai polmoni! Smettere di fumare è la più saggia ed intelligente delle decisioni che una persona possa prendere per se stessa e per gli altri, se non sai come farlo vai qui http://www.smettoadesso.it/report-gratuito.html adesso è più facile!

LASCIA UN COMMENTO