La notte del lavoro narrato, diretta su Unis@und e UTV.

0
33

Il 30 aprile in tutte le città, le scuole, le biblioteche, le piazze d’Italia, giovani, uomini e donne, occupati e non, racconteranno storie di lavoro.

Anche l’Università di Salerno partecipa a “La Notte del lavoro narrato” (lanottedellavoronarrato.org), l’iniziativa nazionale dedicata al tema del lavoro.

#lavoronarrato è l’hashtag di riferimento di questa lunga notte che racconta del lavoro come motore delle esistenze, ramificazione delle relazioni,  rispetto di sé e per gli altri, autonomia, indipendenza, voglia e capacità di tenere assieme,  nel lavoro, la testa (il sapere), le mani (il saper fare) e il cuore (l’amore per il proprio lavoro, la voglia di farlo bene perché è così che si fa).

Accogliendo positivamente l’invito dei promotori del progetto nazionale, Vincenzo Moretti e Alessio Strazzullo, l’Università di Salerno aderisce a questa notte straordinaria che avrà come protagonista la passione delle persone per il lavoro.

Mercoledì 30 aprile, a partire dalle ore 19.30, si aprirà la diretta radiofonica notturna organizzata dalla radio di Ateneo Unis@und, in collaborazione con UTV – la tv universitaria.

Su iunisa.unisa.it andranno in onda le storie di lavoro raccontate dalla community dell’Università di Salerno, intervallate da performance musicali live. Il saluto del Magnifico Rettore Aurelio Tomasetti aprirà la diretta radiofonica alla quale parteciperanno tra gli altri docenti, studenti, rappresentanze sindacali e media locali  per testimoniare, raccogliere, socializzare le loro storie.

Durante la notte del lavoro narrato molte le voci degli artisti che hanno voluto supportare l’iniziativa. Si ringraziano: Almamegretta, Capone Bungt Bangt, Duccio Forzano, Eugenio Bennato, Zibba, Foja, Francesco Di Bella, Gnut,  Compagnia D’Altrocanto, Visioni Distorte, Paranza Vibes, Pipers, Tamuna, Strings&Pick Duo, Locus Amoenus.

La notte radiofonica del lavoro narrato: uno storytelling collettivo per condividere il lavoro come esperienza, spinta e motivazione al “fare”.

Per maggiori informazioni sulla diretta radiofonica cliccare QUI.

Per conoscere le altre iniziative organizzate in tutta Italia cliccare QUI.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO