Monitoraggio ARPAC alla foce del Fiume Irno, prelevati campioni di acqua ed installate centraline.

0
143

Il “Comitato Salute e Vita” con una delegazione composta da Lorenzo Forte, Antonio Di Giacomo e Carla Cirillo stamattina ha partecipato alla campagna di monitoraggio in mare dell’ARPAC a bordo del battello oceanografico “Helios” (http://www.arpacampania.it/la-flotta-arpac) condotto da Massimo D’Anna sotto la guida del Dr. Lucio De Maio, Dirigente dell’Unità Operativa Mare.

Il Comitato ringrazia il Commissario Straordinario Dr. Pietro Vasaturo per averci autorizzato a partecipare ai controlli, e tutto l’equipaggio per l’ospitalità, la disponibilità, la professionalità e la competenza dimostrate.

Tale evento ha rappresentato l’occasione per conoscere più da vicino le modalità con cui vengono effettuati i controlli ambientali dall’Ente, come si svolge un prelievo in campo, il lavoro di tutti i giorni dei professionisti dell’Agenzia, impegnata ad affrontare i problemi ambientali secondo un approccio scientifico, integrato e multidisciplinare.

L’interessante uscita di oggi s’inserisce nella più generale campagna di monitoraggio dell’inquinamento che l’agenzia regionale sta svolgendo sul territorio salernitano e comprende non solo l’attività in mare, ma anche lungo il corso del fiume Irno, e su un ampio territorio della Valle dell’Irno.

Le attività che il Comitato ha avuto modo di seguire sono state un prelievo delle acque in prossimità della foce del fiume Irno e il carotaggio dei sedimenti presenti a circa 70 metri di profondità nel tratto di mare compreso tra Vietri sul Mare e Cetara a distanza di circa 1,2 Km dalla costa.

I campioni prelevati saranno poi trasferiti presso i laboratori dell’ARPAC per le opportune analisi che mirano a rilevare la presenza, tra gli altri, di metalli pesanti e frammenti di natura plastica. I risultati delle indagini saranno disponibili nelle prossime settimane. L’auspicio è che, qualora le analisi evidenziassero complessivamente delle significative criticità, le amministrazioni competenti si attivino per imprimere una svolta decisiva nella lotta contro l’inquinamento presente sul nostro territorio.

Infine, il “Comitato Salute e Vita” comunica che stamane è stata installata nei pressi della Chiesa di S. Maria dei Greci la centralina mobile dell’ARPAC per il monitoraggio delle polveri sottili e dei metalli pesanti.

LASCIA UN COMMENTO