Il Lago dei Cigni della Compagnia di Raffaele Paganini apre venerdì 8 la stagione de La Danza al Teatro delle Arti.

0
287

Il Teatro Delle Arti sorride nuovamente alla danza, aprendo le proprie porte, da gennaio a marzo, a tre appuntamenti con altrettante sublimi sperimentazioni interpretate e dirette dai più noti ballerini e coreografi del panorama nazionale. Tutto è pronto per “La Danza” – Stagione di Balletto 2016, la rassegna messa a punto da Pina Testa e Emma Ferrante con la consulenza artistica di Amalia Salzano.

IL PRIMO SPETTACOLO L’ouverture, fissata per venerdì 8 gennaio, sarà affidata alla Compagnia Nazionale di Raffaele Paganini protagonista di “Lago dei Cigni”, balletto in quattro atti musicato da Pëtr Il’ic Ciajkovskij su coreografie di Marius Petipa qui ripreso da Luigi Martelletta. In scena una versione riuscita del titolo più famoso nel repertorio ballettistico mondiale, che è anche la realizzazione di un sogno che da molti anni il coreografo e regista inseguiva. La sua lunga carriera come primo ballerino al Teatro dell’Opera di Roma ed in tanti altri Teatri Italiani ed Europei gli ha permesso di studiare a fondo e di danzare molte volte questo spettacolare balletto. La coreografia originale ha tralasciato alcuni aspetti del libretto, che però in questa versione vengono messi in primo piano dando maggiore coerenza drammaturgica alla vicenda. Il risultato è un lavoro stilisticamente più snello, più vivace, privo di tutti i manierismi e le pantomime che fanno parte del repertorio classico, pur nel pieno rispetto delle coreografie originali con brani memorabili come: i cigni, la danza spagnola, la danza russa, il valzer, i passi a due, e molto altro. La particolarità di questo spettacolo consiste nella capacità di unire fantasia e realtà, di proporsi vivo ed attualissimo, pur dimorando in un suo pianeta espressivo che sa di antico, di già visto, di già vissuto. L’ideale neoclassico di una bellezza assoluta, regolata da un ordine imperturbabile, dove la danza diventa uno strumento irrinunciabile per elevare lo spirito e nutrire la mente.

Prima della messa in scena, alle 17, il Maestro Martelletta terrà anche uno Stage di Danza Classica. I partecipanti e gli insegnanti che lo vorranno, al termine della lezione, potranno conoscere la Compagnia, assistere alle prove e al backstage: una bellissima occasione per vivere dal vivo tutta l’esperienza di uno spettacolo professionale fino all’apertura del sipario.
GLI ALTRI APPUNTAMENTI A seguire (venerdì 5 febbraio), il palcoscenico del Delle Arti accoglierà la Compagnia di Balletto Classico Cosi-Stefanescu con “Omaggio a Tchaikowsky”, in onore del grande compositore russo, che in soli 53 anni di vita ha regalato al mondo incantevoli bellezze musicali e ha dedicato tanto del suo genio, come nessun altro musicista, anche al mondo del balletto. Il terzo e ultimo appuntamento della stagione (venerdì 4 marzo) sarà all’insegna della passione, quella della Accademia Nazionale Tango Argentino in “Noche de Tango”, una milonga per tutti gli appassionati e non solo.
INFO UTILI Tutti gli appuntamenti andranno in scena alle ore 21. Abbonamenti a tre spettacoli al costo di 35 euro. Il prezzo dei singoli spettacoli è di 15 euro (comprensivo di diritto di prevendita); sono previste agevolazioni per gli iscritti alle Scuole di Danza. Per maggiori informazioni: Teatro delle Arti 089 221807; info@teatrodellearti.com.

LASCIA UN COMMENTO