Juve – Napoli 1-3, la presa di Torino: Peppe Miale sul palco del “Premio Li Curti"

0
52

Nuovo prestigioso appuntamento con la III Rassegna Teatrale “Premio Li Curti” a Cava de’ Tirreni (Sa). Dopo l’entusiasmante apertura di venerdì 1 agosto con lo spettacolo di Rosaria De Cicco “Mamme. Piccole tragedie minimali”, venerdì 8 agosto, alle ore 21.30, il Complesso Monumentale di Santa Maria del Rifugio, sito in Piazza San Francesco, accoglierà Peppe Miale, protagonista unico di “Juve – Napoli 1-3, la presa di Torino”.

Scritto da Maurizio de Giovanni e diretto da Massimo De Matteo, “Juve – Napoli 1-3, la presa di Torino” è un racconto-verità che narra di un’indimenticabile giornata del novembre 1986, allorquando, dopo poche giornate di campionato vissute gomito a gomito con la Juventus, tutta la città di Napoli accompagnò la sua squadra fino a Torino per sfidare il “mito” in casa sua. «Il ricordo puro e semplice di un’emozione. Non di un’emozione qualsiasi: dell’emozione più forte, felice ed assoluta che chi ha scritto abbia mai provato – afferma Maurizio de GiovanniÈ la storia di una giornata, di un viaggio e di un evento. La mera elencazione di una serie di fatti, niente di più. E tuttavia, se si dovesse rappresentare quella giornata con un elettrocardiogramma, si osserverebbero più picchi della catena andina».

Il 9 novembre 1986 quattro uomini a bordo di una Fiat Regata diesel giungono a Torino per assistere all’ennesima sconfitta annunciata. Ma il destino aveva già deciso da tempo: assisteranno increduli ad una vittoria che avrebbe cambiato la storia, anche la loro. Quattro tifosi lentamente verso l’alto, da Napoli a Torino, e velocemente verso il basso, da Torino a Napoli. Un ritorno in discesa ed un futuro fiducioso.

«Il tifoso è testimone oculare di un evento di cui non nega la straordinarietà. Testimone al cospetto della storia – afferma Massimo De MatteoÈ il reduce che torna e non ha ancora smesso di raccontare. È uno dei quattro. Sistema i ricordi, avverte la responsabilità di aver assistito ai fatti. Costruisce un percorso: la macchina scenica che ricorderà l’attimo in cui tutto cambiò. Questo tifoso è artefice assoluto del ricordo. Il tifoso è l’attore che itera con fede perché ha assistito al miracolo. Il ricordo è un fiume in piena. Il racconto non vuole arginarlo, ma fissarlo, sistemarlo con un’unica ambizione: non dimenticare mai e ricordare e raccontare e rivivere».

Protagonista assoluto dello spettacolo è l’attore Peppe Miale, interprete in tv nel film “Il clan dei casalesi” (con Stefano Accorsi), nella sit-com “Sette vite”, ne “Il coraggio di Angela” (con Lunetta Savino), ne “La Squadra” (Rai 3), in “Luisa Sanfelice” (Rai 1, sul set al fianco di Laetitia Casta, Cecilia Roth, Angel Egido, Adriano Giannini, Emilio Solfrizzi e Linda Batista). Prestigiose anche le presenze al cinema, dove si ricordano “…Ed io ti seguo” per la regia di Maurizio Fiume, “Il Mare, non c’è paragone” di e con Eduardo Tartaglia e con Carlo Buccirosso, e sempre con Tartaglia “Ci sta un francese, un inglese ed un napoletano” e “La Valigia sul letto”, con Maurizio Casagrande, Biagio Izzo ed Alena Seredova.

Il costo del biglietto per assistere allo spettacolo è pari a € 10,00. Il botteghino aprirà due ore prima della rappresentazione. Per prenotazioni e/o maggiori informazioni è possibile contattare la Direttrice artistica della rassegna teatrale, Geltrude Barba, al numero 393.3378060 o tramite email all’indirizzo geltrudebarba@hotmail.it.

Promossa dal Teatro Luca Barba e realizzata in omaggio al grande Totò, la III Rassegna Teatrale – “Premio Li Curti” è patrocinata dalla Città di Cava de’ Tirreni e dall’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo metelliana. Per ulteriori approfondimenti sulla kermesse e per consultare tutti gli spettacoli in cartellone è possibile consultare il sito internet www.lenottialcastello.it.

LASCIA UN COMMENTO