Jazz on The Rocks, lunedì 21 a Corbara.

0
62

image003aGrande connubio tra enogastronomia e jazz lunedì 21 dicembre all’Agriturismo La Grotta di Corbara a Salerno (via Monacelle, cena + concerto €25,00, prenotazione obbligatoria Tel. 081/913048 – 338/9565092 – 338/4781663). Sul palco tre giovani musicisti uniti dall’amore per il Soul Jazz americano e dalle comuni radici mediterranee: Alessandro Florio (chitarra), Alberto Gurrisi (hammond) e Simona De Rosa (voce). Il trio esplorerà brani originali e standard della tradizione jazzistica internazionale.

Dopo essersi diplomato diciannovenne alla “Civica Scuola di Jazz” di Milano dove ha studiato tra gli altri con Franco Cerri ed Enrico Intra, importanti musicisti della scena Jazz italiana, Alessandro Florio ha presto intrapreso l’attività concertistica in Italia esibendosi per un breve periodo col Guitar Ensemble di Franco Cerri e per quattro anni con l’Urban Jazz Trio, formazioni basate su repertori di brani originali. Trasferitosi in Olanda nel 2008 per studiare al Prins Claus Conservatorium (prestigioso conservatorio musicale jazz con corpo docente americano) dove ha ottenuto una laurea in chitarra, arrangiamento e composizione ha poi conseguito un Master in Jazz Performance studiando tra l’Olanda e New York sotto la guida di Freddie Bryant, Mark Whitfield, Paul Bollenback, Ed Cherry, Frank Wingold. Nello stesso periodo ha avuto occasione di collaborare ed esibirsi in Europa e negli USA con musicisti straordinari, tra questi Alex Sipiagin, Mark Gross, David Berkman, Gene Jackson, Don Braden, Pat Bianchi, Carmen Intorre, Bruce Williams, Jerry Weldon e molti altri. Si è esibito, sia in qualità di leader sia di sideman, in USA, Olanda, Germania, Austria, Lettonia, Estonia, Lituania, Romania, Svizzera. Attualmente Alessandro Florio ha all’attivo due formazioni, il trio completato dagli americani Pat Bianchi all’organo hammond e Carmen Intorre alla batteria, con cui ha recentemente inciso un cd a New York, che uscirà nei prossimi mesi; e il duo con il contrabbassista Mattia Magatelli.

Alberto Gurrisi dopo aver intrapreso gli studi classici con Paolo Birro e Mario Rusca presso i Civici Corsi di Jazz di Milano, nel 1998 si appassiona al jazz sotto la guida di Fabrizio Bernasconi e del M. Filippo Daccò per armonia funzionale. Parallelamente studia da autodidatta l’organo hammond e frequenta le lezioni con grandi organisti come Joey deFrancesco, Sam Yahel, Larry Goldings, Tony Monaco. Decide di dedicarsi esclusivamente all’organo e incontra diversi musicisti, tra cui il maestro Franco Cerri (con il quale collabora stabilmente dal 2007 a oggi) e l’armonicista blues americano Sugar Blue, con il quale partecipa a numerosi blues festival in Italia e in vari paesi europei (2006/07). Gurrisi ha un’intensa attività concertistica (in diverse formazioni tra Torino e Milano: Spare Time Trio, Alex Usai Blues Band) e ha all’attivo tre album.

La Vocalist Simona De Rosa, nasce a Napoli. Dopo diverse esperienze musicali, si trasferisce a New York per prendere un Master in Jazz completato nel dicembre 2014. Il suo repertorio abbraccia diversi generi dal jazz, al pop, dalle canzoni italiane, a qelle napoletane, che la rendono un’artista versatile. Simona è stata premiata in numerosi concorsi nazionali ed internazionali. Nel 2013 si esibisce al fianco di Randall Keith Horton (ultimo pianista di Duke Ellington) in qualità di cantante solista nei “concerti sacri di Duke Ellington”, presso l’Auditorium Colden nel Queens, New York. L’anno successivo Simona organizza e produce un concerto denominato “41° parallelo” (come il parallelo che collega New York a Napoli) con 60 musicisti. In questa occasione riceve dal Sindaco di Nassau Country Ed. Mangano e dalla Associazione Italiana Educatori Americana due Award per il suo “spirito di leadership, dedizione e straordinario contributo culturale alla comunità degli Italo- Americano negli USA”. Nel Marzo 2015 viene nominata Ambasciatrice nel Mondo dalla Federazione delle Associazioni Regione Campania in USA.

LASCIA UN COMMENTO