#iocucinobuono, Premio Gastronomico Picentini 2018 a cura di Slow Food Campania, due appuntamenti a Baronissi e San Cipriano Picentino.

0
186

L’evento Premio Gastronomico Picentini 2018 è un’occasione per far ritornare le persone a cucinare e a preparare “cibo buono”, scegliendo ingredienti e materie prime sane e fresche. Negli ultimi anni è cresciuta la tendenza a comprare cibo già pronto, pieno di grassi e zuccheri aggiunti che creano danni e rischi alla nostra salute, con la raccomandazione di consumarlo in tempi brevi altrimenti non più commestibile.

Un danno per la nostra salute ma anche per il nostro ambiente che viene sfruttato da produzioni di cibo massive che sono responsabili di inquinamento e di un conseguente spreco alimentare (43%) da smaltire. Tutto questo meccanismo che si è creato è ingiusto nei confronti di coloro che dall’ altra parte dell’emisfero non hanno cibo a sufficienza.Noi possiamo fare una scelta importante attraverso il cibo, cambiando le nostre abitudini alimentari.

L’Italia è il paese della Dieta Mediterranea una delle più sane, complete e ricche per la nostra salute, abbiamo a disposizione la biodiversità dei nostri prodotti agroalimentari, insieme ad una grande tradizione di ricette, che il mondo ci invidia e ci copia

#iocucicocibobuono  è il messaggio che vogliamo promuovere, facendo riscoprire ai nostri soci la voglia di cucinare con amore, nel rispetto della terra madre e di noi stessi.

Per questo motivo, la Condotta Slow Food Picentini propone per venerdì 23 marzo da Hotel Dei Principati e martedì 17 aprile da Villa Rizzo Resort & Spa il Premio Gastronomico Picentini 2018. Per partecipare, va inviata email a slowfoodcondottadeipicentini@gmail.com con la presentazione della squadra (di 4/8 persone) o anche da soli, così penseremo noi a costruire la squadra.

PREMI per i primi classificati: soggiorni presso Royal Hotel Paestum e cena stellata Osteria Arbustico , Il Mulino della Signora Country house e al Santo Mercurio Country House.

Chi volesse può anche solo partecipare alla cena della sfida votando come giudice il proprio piatto preferito.

 

Slow Food è una grande associazione internazionale no profit impegnata a ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali. Ogni giorno Slow Food lavora in 150 Paesi per promuovere un’alimentazione buona, pulita e giusta per tutti. Slow Food è presente nel territorio con sedi locali che in Italia sono chiamate Condotte e nel resto del mondo Convivia. Sono attivi più di 800 Convivia in 65 paesi, comprese le 350 Condotte Italiane. Ogni Condotta è coordinata da un Fiduciario e sceglie in assemblea un Comitato di Condotta, composto da un numero variabile di soci con compiti diversi.   Il territorio del quale è responsabile la Condotta dei Picentini comprende una zona ampia che va Acerno, Giffoni Valle Piana, passando per Pontecagnano fino a Baronissi e Fisciano. Ecco in cosa ci impegniamo:

Difendiamo il cibo vero: un cibo che cessa di essere merce e fonte di profitto, per rispettare chi produce, l’ambiente e il palato!

Promuoviamo il diritto al piacere per tutti: con eventi che favoriscono l’incontro, il dialogo, la gioia di stare insieme. Perché dare il giusto valore al cibo, vuol dire anche dare la giusta importanza al piacere, imparando a godere della diversità delle ricette e dei sapori, a riconoscere la varietà dei luoghi di produzione e degli artefici, a rispettare i ritmi delle stagioni e del convivio.

Ci prepariamo al futuro: che ha bisogno di terreni fertili, specie vegetali e animali, meno sprechi e più biodiversità, meno cemento e più bellezza. Conoscere il cibo che si porta in casa, può aiutare il pianeta. Ecco perché Slow Food coinvolge scuole e famiglie in attività ludico didattiche, tra cui gli orti nelle scuole e i 10 000 orti in Africa.

Valorizziamo la cultura gastronomica: Per andare oltre la ricetta, perché mangiare è molto più che alimentarsi e dietro il cibo ci sono produttori, territori, emozioni e piacere

Favoriamo la biodiversità e un’agricoltura equa e sostenibile: dando valore all’agricoltura di piccola scala e ai trasformatori artigiani attraverso il progetto dei Presìdi Slow Food, e proteggendo i prodotti a rischio di estinzione con l’Arca del Gusto.

LASCIA UN COMMENTO