In the Loop, dal Cilento a X Factor.

0
255

Alessandro Galdieri e Valentina Schiavo sono un binomio musicale il cui sodalizio ha  dato vita ad un progetto unico: gli In the Loop.

La band, che opera dal 2015, deve il proprio nome alla compagna di viaggio  che li ha affiancati sin dalle prime esibizioni live, ossia la loop station, uno strumento particolarissimo in grado  di registrare e riprodurre  brevi passaggi musicali.

Lui, mago della chitarra e abile scultore di note e lei, voce cristallina dal suono pulito e genuino, creano grazie all’intesa, personale ancor prima che artistica, un duo dal sound pop/rock elettronico che colpisce ed affascina il primo pubblico, quello campano del Cilento di cui sono entrambi orgogliosi figli.

Dopo i primissimi passi, mossi tra i locali ed i teatri del territorio natìo, lo stimolo a migliorarsi e l’incoraggiamento derivante da una sempre più folta schiera di fan li porta ad approdare sulla piattaforma web più famosa del mondo: Youtube.

Qui sul canale la creatività esplode evidenziando un talento ulteriore: la capacità di montaggio e produzione di una serie di video musicali in cui interpretano e rivisitano a modo loro le più belle canzoni pop.

Come in una favola moderna, Alessandro e Valentina passano dalla cameretta di paese, in cui i loro i sogni musicali hanno preso per la prima volta forma, alle orecchie di migliaia di utenti.

Tra i loro maggiori successi “youtubiani” c’è “Una giornata uggiosa”, video pluri condiviso sui social networks in cui la voce stratosferica di Valentina fa da colonna sonora ad un viaggio digitale tra le meraviglie del Parco del Cilento.

Il passo successivo nel 2017 li conduce lontano per partecipare ad un contest lanciato dalla ROLI (famoso marchio di tastiere britannico) e, con l’inedita versione di “Broken Wings” dei Mr. Mister, si impongono sui colleghi partecipanti vincendo.

La rosa degli eventi si allarga ulteriormente quando nel 2018 fanno capolino in Tv dinnanzi al grande pubblico del talent show X Factor: qui i cuori dei quattro rigidi giudici si sciolgono ascoltando  “Tu si na cosa grande” di Domenico Modugno in chiave elettronica e la versione piace così tanto che per settimane rimane in vetta alle classifiche.

L’esperienza televisiva, breve seppur intensa ed emozionante, si conclude ai bootcamp con un’altra chicca, “Black Hole Sun” dei Soundgarden con la quale, pur non conquistando l’algida Asia Argento, rimangono nel cuore degli spettatori che continuano a premiarli con il record di visualizzazioni.

E adesso? Spiccano il volo verso il mondo pur rimanendo con i piedi a terra, dimostrandosi il perfetto esempio di talento vero che scala la gradinata verso l’affermazione professionale con l’umiltà di chi sa quanto sacrificio occorre prima di potersi inchinare davanti allo scroscio degli applausi.

Myriam Guglielmetti

LASCIA UN COMMENTO