Il M.A.R.I.C. e la Salernitana raccolgono 2.600€ per la Casa della Cultura ad Accumoli.

0
397

Una splendida gara di solidarietà ha visto ieri sera protagonisti i calciatori della Salernitana, il Direttore Sportivo Angelo Fabiani e le tante persone che hanno partecipato alla cena di beneficenza organizzata dal M.A.R.I.C. (Movimento artistico per il recupero delle identità culturali) presso l’agriturismo “Il Casolare” di Pellezzano.

Sono stati raccolti 2.600 euro per sostenere il progetto della costruzione della Casa della Cultura ad Accumoli, un centro polifunzionale per i giovani nel comune colpito dal terremoto. Grande la generosità del Direttore Angelo Fabiani e dei calciatori granata che hanno partecipato attivamente all’asta di beneficenza, mettendo a disposizione palloni e  maglie autografati ed offrendo il loro personale contributo per questa importante causa. Felicissimi i tifosi granata che hanno potuto condividere questo momento di solidarietà con i loro idoli portando a casa i loro ricordi firmati.

Il Sindaco di Accumoli, Stefano Petrucci, è intervenuto telefonicamente nel corso della serata: “So che Salerno ormai è con noi, il nostro ormai è diventato un simposio. Ringrazio il direttore Angelo Fabiani che per noi è stato sempre un punto di riferimento da quando è successa questa tragedia che ha colpito i nostri territori, ringrazio il Maric che ha avuto per noi grande attenzione volendo costruire la casa della cultura qui ad Accumoli, ringrazio tutta la società sportiva US Salernitana, i giocatori presenti, la comunità di Salerno e tutti voi partecipanti alla serata per dare a noi questa opportunità di ricostruire e veder ricrescere la nostra comunità. Grazie a tutti.”

Le parole del DS della Salernitana, Angelo Fabiani: “Per capire bene cosa si provi in quelle zone bisogna andarci, sappiamo quanto sia importante per queste persone sentire la presenza della gente, non sentirsi soli. Serate come questa siano da stimolo per il futuro, per costruire un impianto permanente, una palestra, una sala culturale. Ringrazio i calciatori che stasera avrebbero potuto rompere le righe e andare a casa ma sono venuti con piacere. Grazie a tutti voi che stasera ci fate sentire partecipi, vivi e con la possibilità di dare qualcosa a chi è in difficoltà, sicuramente faremo un’altra manifestazione, una partita, come accadde per Amatrice. Siamo e saremo sempre presenti, lo sport può fare tanto per la solidarietà e per la beneficenza. Petrucci è un grande uomo, sempre ‘a fari spenti’, al quale va il nostro sostegno e il nostro applauso.”

 

Vincenzo Vavuso, Artista, Presidente e Fondatore del Movimento M.A.R.I.C organizzatore dell’evento a sostegno della costruzione della Casa della cultura di Accumoli: “Ringrazio il Direttore Fabiani, l’US Salernitana, i calciatori presenti, Franco Bruno Vitolo, il club Mai Sola, il Casolare e tutti coloro i quali hanno partecipato stasera con la loro grande generosità. La Salernitana risponde sempre presente a queste iniziative e il M.A.R.I.C. è onorato di questa collaborazione. Il traguardo della Casa della cultura è vicino e il nostro impegno proseguirà intenso fino al suo raggiungimento.”

 

M.A.R.I.C (Movimento Artistico per il Recupero delle Identità Culturali)

Il M.A.R.I.C (Movimento Artistico per il Recupero delle Identità Culturali) è un movimento artistico culturale nato a Salerno nel luglio del 2016.

Pensato e ideato dall’artista Vincenzo Vavuso, il movimento abbraccia diverse forme espressive. Il M.A.R.I.C. infatti, apre le porte a pittori, scultori, letterati, poeti, performer, attori, fotografi ed altre figure professionali del mondo della Cultura e dell’Arte. Gli artisti sono selezionati da un apposito Comitato Scientifico, in funzione della qualità di produzione, ricerca e sperimentazione finora mostrata. Punto fermo di riferimento è l’impegno diretto per la Cultura e l’Arte, che a buona ragione si possono considerare le forme simbolo della Dignità Umana.

La formula caratterizzante quindi è Arte per l’Arte.

Le opere, i documenti e le iniziative che il Movimento produrrà e mostrerà avranno come filo comune la polemica contro l’Indifferenza e l’Ignoranza, che in questi tempi oscuri sembrano avvolgere Arte, Lettura, Letteratura, Cultura e/o la promozione dei valori che esse possono esprimere.

Il linguaggio espressivo sarà affidato alla creatività ed alla sensibilità dei singoli artisti o letterati, senza porre alcun vincolo né di strumenti, né di materiale, né di argomentazioni, anzi con l’auspicio che esso possa avere la forza giusta di proposta e di provocazione per poter arrivare alla mente ed al cuore anche delle persone più disattente. Essendo prioritaria la comunicazione, saranno centrali la comprensibilità o almeno la recepibilità del messaggio.

L’intento del M.A.R.I.C. non è esclusivamente l’esposizione di opere d’arte o l’organizzazione di performance ed eventi artistici in sé, ma è anche quello di lasciare un segno tangibile per la collettività, come la creazione di centri artistico – culturali, laddove ce ne siano la possibilità e l’opportunità.

Insomma, la diffusione e la promozione della Cultura in generale e dell’Arte in particolare, a tutti i livelli possibili

L’immagine simbolica che caratterizzerà il Movimento sarà la “chiave”, intesa come strumento simbolico per aprire le porte di un mondo rigenerato e chiuderle a quella congerie di distorsioni etiche e culturali che lo stanno soffocando.

L’adesione al MARIC è legata alla comunanza degli ideali espressi.

LASCIA UN COMMENTO