Identikit della violenza, seminario di Protezione Donna martedì 12 a Roccapiemonte.

0
92

1036 70X100 SEMINARIO 12 luglio ROCCAPIEMONTE.FH11Domani, martedì 12 luglio, dalle ore 9 alla ore 13, nell’aula consiliare del Comune di Roccapiemonte, in piazza Zanardelli, si terrà il secondo dei quattro seminari formativi inseriti nella programmazione del progetto “Protezione Donna”, promosso dal Piano di zona – Ambito S1 e finanziato dalla Regione Campania tra le misure finalizzate a prevenire e contrastare la violenza di genere, in attuazione della legge regionale 2/2011.

Ideato e gestito dall’associazione “Apeiron” di Scafati, il seminario rappresenterà un momento di riflessione e di approfondimento sui temi della violenza di genere. “Identikit della violenza, un approccio, un ascolto ed un’osservazione continua”, questo il tema dell’evento che sarà riservato ad amministratori pubblici ed operatori dei servizi sociali.

Sarà il Sindaco di Roccapiemonte Andrea Pascarelli ad aprire i lavori. Interverranno: Luisa Trezza, Assessore alle Politiche sociali del Comune di Roccapiemonte; Marianna Piccirillo, Consigliera tesoriera dell’Ordine degli psicologi della Campania e Barbara Calabrese, Università “La Sapienza” di Roma. Introdurrà l’Assessore regionale alle Pari Opportunità Chiara Marciani.

 

Per informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa del seminario (tel. 081.8636223 fax 081.19091459 – e-mail associazione.apeiron@tin.it).

Il progetto “Protezione Donna” nasce con l’obiettivo di garantire un’azione di PREVENZIONE, SUPPORTO e AIUTO concreto alle donne vittime di violenza, attraverso l’apertura del Centro antiviolenza di Angri e dei due sportelli satelliti di Sarno e Roccapiemonte. Il progetto punta, inoltre, a promuove la cultura della “non violenza”, mettendo in campo attività mirate di prevenzione e sensibilizzazione rivolte essenzialmente ai giovani (14-18 anni). A tale scopo il gruppo di lavoro, costituito da professioniste esperte e competenti, già impegnate nelle attività del Centro antiviolenza di Angri e degli sportelli collegati, hanno condotto una serie di incontri con gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori del territorio, nella consapevolezza che ogni attività di formazione e informazione è intesa come occasione di prevenzione.

Visita il sito www.protezionedonnaambitos1.it dal quale si potrà scaricare l’app gratuita per essere costantemente informati sulle attività e sulle iniziative del progetto.

“Protezione Donna” è anche su facebook (Protezionedonnaambitos1) e su twitter (@protezionedonnaambitos1).

LASCIA UN COMMENTO