I Posteggiatori Tristi venerdì 25 al Rodaviva di Cava.

0
63

posteggiatori_tristiQuel modo antico di proporre la musica per allietare le persone con eleganza e senza invadenza. Quel filo sottile tra il silenzio della sala ed il vociare degli invitati. Quell’atmosfera giusta per regalare agli ospiti una serata speciale. Una delle più belle espressioni musicali farà tappa venerdì 25 luglio al “Rodaviva” di Cava de’ Tirreni (Sa). Alle ore 21.30 protagonista al Bar Libreria sito in via Montefusco 1 (traversa di Corso Umberto I) sarà la “posteggia”, con chitarra, mandolino e tante imperdibili sorprese pronte a dilettare il pubblico del “puosto”. Ospiti della serata saranno “I Posteggiatori Tristi”, formazione di musicisti ed attori che riprende in chiave comico-clownesca la tipica espressione dell’arte di strada napoletana.

Il “posteggiatore” è la figura tipica di un genere musicale che si suonava soprattutto in trattorie e pizzerie. Ha origini antichissime ed ha avuto un ruolo fondamentale nella storia della canzone napoletana. Il gruppo de “I Posteggiatori Tristi” continua questa tradizione, rinnovandola con l’inserimento di elementi teatrali e con un lavoro sui personaggi e sul repertorio musicale. E venerdì 25 luglio al “Rodaviva” presenterà il proprio repertorio, che spazia dalle “macchiette” comiche alle “canzoni di giacca” drammatiche, da Viviani a Carosone, passando per Murolo e tanti altri. A tale collezione si aggiungeranno “incursioni” in altre aree musicali (tango, classica, vecchia canzone italiana). La proposta musicale sarà poi affiancata dall’interazione con il pubblico, condita di azioni sceniche, gag comiche e tanta “tristezza”.

I “Posteggiatori Tristi” è un progetto diretto da Pietro Botte e Davide d’Alò, in arte Karamazov e Lapezza. Il gruppo è nato nel 2011 e da allora ha prodotto 7 spettacoli musical-teatrali e 4 videoclip. Vincitore del “Premio Carosone”, è spesso ospite alla Radio Rai di Napoli ed in radio private, esibendosi inoltre in prestigiosi festival e locali in Italia, Svizzera e Francia. Pietro Botte è un attore-cantante, ha lavorato nel gruppo “Etcetera” di Buenos Aires e con “Taverna Est” di Napoli, oltre a far parte della scuderia del celebre “Cirque du Soleil”. Davide d’Alò è diplomato in clarinetto ed è dottore di ricerca in Antropologia della Musica. Suona nella “Contrabbanda” di Luciano Russo ed è autore di diverse pubblicazioni a carattere musicologico.

Un altro importante appuntamento al Bar Libreria “Rodaviva” è in programma lunedì 4 agosto, quando alle ore 21.30 sarà di scena “Storie di rock – musica suonata e raccontata”. Un live musicale che spazierà dal rock grunge all’hard rock, dal pop rock al brit pop più energico, accompagnato dalla narrazione di aneddoti sulla vita vissuta e la carriera artistica delle band e degli artisti che vengono interpretati. Della musica suonata si occuperanno i Klag, band formata da quattro elementi, che nella versione acustica diventano due (Keplero, voce e chitarra, ed Angelo “The angel” Colanieri, basso), mentre il commento sarà affidato alla voce di Letizia Vicidomini. In repertorio cover di Nirvana, Blur, Police, Silvestri, Litfiba, U2, Lenny Kravitz e versioni rock di brani dei Beatles, Bronski Beat, Depeche Mode, Subsonica e Cult.

LASCIA UN COMMENTO