House Hospital presenta il progetto Week Hospital alla VIII Giornata del Malato Oncologico

0
49

9f5dc7f1eae28cc73d5abfb5909103f5L’Associazione House Hospital onlus, diretta e presieduta dalla dottoressa Rosa Vitiello, presenterà in occasione dell’VIII Giornata Nazionale del Malato Oncologico, che si svolgerà a Roma dal 16 al 19 maggio 2013, il Week Hospital, un progetto innovativo che traccia le linee d’indirizzo e i criteri per la rimodulazione e la riorganizzazione della rete ospedaliera orientata ai criteri di efficienza, qualità ed economicità, tutto ciò in attuazione del principio di separazione dei percorsi di ricovero tra emergenza-urgenza ed elezione.

L’obiettivo è quello di offrire un’alternativa ai ricoveri ordinari, di realizzare un sistema in grado di semplificare l’accesso ai percorsi assistenziali ospedalieri, con un modello organizzativo strutturale e di gestione assistenziale per intensità di cure. Le patologie considerate trattabili nell’ambito del progetto Week Hospital, necessitano di un massimo di 2-5 giorni di degenza post-operatoria e sono quelle attribuibili nell’ambito della chirurgia della tiroide, della mammella, dell‘appendice, della colecisti, del prolasso rettale, dell’obesità, del melanoma, ma anche della chirurgia plastica antireflusso o del confezionamento o chiusura di colo-ileostomia.

In seguito alla diagnosi di una patologia chirurgica, il paziente, dopo la pre-ospedalizzazione (day hospital diagnostico) sarà ricoverato e operato nello stesso giorno (day surgery) e, salvo complicazioni, sarà destinato alle dimissioni protette al domicilio. Attuando questo nuovo percorso assistenziale, gli esperti di House Hospital hanno individuato una serie di vantaggi, tra cui: l’abbattimento dei tempi delle liste di attesa; un risparmio di oltre il 50 per cento per il Servizio Sanitario Regionale,. tra i costi delle giornate di degenza in ospedale e quelle domiciliari; il gradimento del paziente e dei familiari per la formula del Week Hospital.

Inoltre, l’Associazione House Hospital onlus rinnova ai cittadini irpini e campani l’appello a inserire sul modello CUD e sul modello 730, alla voce associazioni di volontariato, il codice fiscale 07274050637, per destinare il meccanismo fiscale del 5 per mille al finanziamento di una serie di progetti sociali e sanitari in favore del Pain Control Center Hospice di Solofra, la struttura per le cure palliative e la terapia del dolore dell’Asl Avellino. House Hospital intende destinare una parte di questi proventi anche all’acquisto di parrucche per pazienti in trattamento chemioterapico e di una cuffia refrigerante, del valore di 30mila euro, in grado a sua volta di bloccare la perdita dei capelli ai pazienti sottoposti a chemioterapia.   

L’Associazione House Hospital onlus ha lanciato per il 2013 anche la campagna “Più dai meno versi”, rivolta agli imprenditori campani, i quali, in base all’articolo 14 della Legge n. 80 del 2005, possono devolvere in azioni di carattere sociale fino a 70mila euro ogni anno, ottenendo in cambio sostanziose agevolazioni fiscali. Con tale meccanismo, già ampiamente adottato in altre realtà in Italia, gli imprenditori potranno anche sponsorizzare gli appartamenti dei degenti dell’Hospice e finanziare i progetti rivolti al loro benessere e al miglioramento della loro condizione.

LASCIA UN COMMENTO