Gusta Design, secondo appuntamento venerdì 24 da Bisogno Interiors a Castel San Giorgio.

0
89

StampaSi rinnova l’appuntamento con “Gusta Design” da Bisogno Interiors. Venerdì 24 giugno 2016, a partire dalle ore 18.30, nuovo incontro con il percorso tra cibo, arredamento, degustazioni e design, allestito all’interno dello showroom sito a Castel San Giorgio (Sa), in via Luigi Guerrasio 125.

Dopo il successo dell’evento inaugurale (tenutosi il 14 giugno), venerdì prossimo Bisogno Interiors ospiterà lo show cooking dello chef Giancarlo Schettini di AEG Gruppo Electrolux e del mastro casaro Paolo Amato del Caseificio Aurora. L’iniziativa, che si svolgerà in collaborazione con l’azienda Modulnova e con la media partnership dell’agenzia di comunicazione integrata MTN Company, si pone l’obiettivo di richiamare l’attenzione di architetti ed interior designer per offrire loro l’opportunità di creare grandi capolavori con le giuste combinazioni.

Dall’estensione di circa 600 mq, lo showroom Bisogno Interiors ospita creazioni di note firme del design contemporaneo, tra l’altro partner della kermesse: Bontempi, Caccaro, Capodopera, Casamania, Ceccotti, Dale, Dielle, Ditre Italia, Driade, Fiam, Flexform, Flos, Flou, Fontanarte, Former, Horm, Infinity, Kartell, Kristalia, Magis, Midj, Miniforms, Modulnova, Molteni, Morelato, Nomon, Novacolor, Olivieri, Saba, Seletti, Serralunga, Tumidei, Twils, Varaschin e Vondo.

E proprio all’interno dello showroom lo chef Schettini ed il mastro casaro Amato daranno vita ad uno show cooking per mostrare come armonizzare le materie prime per ottenere risultati sorprendenti. Nato a Napoli nel 1962, Giancarlo Schettini è affermato professionista iscritto all’Ordine dei Maestri di Cucina ed Executive Chef e riconosciuto da associazioni di categoria nazionali, quali la Federazione Italiana Cuochi ente nazionale e dall’Associazione Provinciale Cuochi Napoli. Insignito al Colleggio Cocorum, Discepolo di Auguste Escoffier dal 1994, menzione speciale conferita il 1999 dall’Associazione Mondiale della Gastronomia in qualità di Chaine des Rotisseurs.

Tecnologo del latte, Paolo Amato prima di dedicarsi alla sua azienda, Caseificio Aurora di Sant’Egidio del Monte Albino, ha frequentato professionalmente tutte le grandi zone di produzione dei formaggi: dalla Francia al Piemonte ed alla Lombardia.  Per lui è un ritorno da Bisogno Interiors, essendo stato tra i protagonisti dell’evento inaugurale del 14 giugno scorso.

Il latte che lavora nel caseificio proviene da 8 allevamenti di vacche Jersey divisi tra Campania e Basilicata, condotti direttamente seguendone con attenzione l’alimentazione. Ha creato una linea di prodotti, “La Formaggeria”, estensione dell’azienda Caseificio Aurora. Oggi Paolo Amato è diventato punto di riferimento di prestigiosi chef, con cui è riuscito a creare virtuosi rapporti di collaborazione professionale nel nome dell’alta qualità.

Alta qualità riconosciuta anche e soprattutto dai numerosi riconoscimenti ottenuti nel corso degli anni. Ultimo in ordine cronologico il primo posto ottenuto al Premio “Alma Caseus 2016”, il più grande concorso nazionale dedicato al mondo del formaggi ed il più completo in Italia sul piano delle conoscenze tecniche professionali. Amato ha brillato grazie allo “Stracchino maturo di bufala a crosta fiorita”, che si è aggiudicato l’oro nell’edizione 2016 per la categoria “Formaggi a latte vaccino-bufalino”. Una grande soddisfazione, questa, perché l’importante riconoscimento – rientrante nell’ambito degli eventi collegati al Cibus 2016 di Parma – è stato ottenuto nella patria del parmigiano reggiano e dei maestri casari.

LASCIA UN COMMENTO