Graphene Flagship Project, anche l'Università di Salerno aderisce ad uno dei più importanti progetti di ricerca europei.

0
162

ILogoUniversitàDiSalernon coincidenza con la settimana del grafene 2014, la Commissione europea ha annunciato che  il Graphene Flagship Project, una delle più importanti iniziative di ricerca europea mai avviate, ha raddoppiato le proprie dimensioni. Il Graphene Flagship Project @GrapheneCA rappresenta un investimento europeo di 1 miliardo di euro per il prossimo decennio e fa parte delle Iniziative faro per le tecnologie emergenti e future (TEF) @FETFlagships annunciate dalla Commissione europea nel gennaio del 2013.

L’obiettivo del programma di iniziative faro TEF è promuovere progetti di ricerca visionari che hanno il potenziale di innovare e arricchire in modo considerevole la società e l’industria europee. Le iniziative faro TEF sono iniziative molto ambiziose che richiedono una stretta collaborazione con agenzie di finanziamento nazionali e regionali, industria e partner provenienti da paesi esterni all’Unione europea. Le azioni TEF fanno parte del pilastro “Eccellenza scientifica” di Orizzonte 2020. Numerosi i nuovi partner italiani che hanno aderito al progetto. Oltre al nostro Ateneo e alle Università di Padova, di Roma Tor Vergata, Bologna Pisa, l’INFN hanno aderito numerose imprese private quali ad esempio la Breton S.p.A., l’Italcementi S.p.A. e il Centro Ricerche Fiat S.c.p.A. I nuovi partner (16) si aggiungono ai 7 preesistenti e con la quota di 23 soggetti l’Italia, accanto alla Germania, diventa il paese con una più consistente rappresentanza all’interno del progetto.

Per quanto riguarda le sole Università il numero complessivo è passato da 3 a 8 e l’Università di Salerno rappresenta l’unica realtà per tutto il Sud dell’Italia.

LASCIA UN COMMENTO