La fiaba di Piumetto, teatro dei burattini mercoledì 19 al Teatro Sant'Alfonso di Pagani.

0
84

Dopo la pausa natalizia, torna la rassegna per ragazzi “Primavera Teatro” di Casa Babylon, con la direzione artistica di Nicolantonio Napoli. Torna con lo spettacolo di una delle maggiori compagnie di burattinai d’Italia: il Teatrino dell’Es di Vittorio Zanella e Rita Pasqualini, che propone “La fiaba di Piumetto viaggiatore dell’arte”. L’appuntamento è per mercoledì 19 gennaio 2016 alle 10 presso il Teatro Sant’Alfonso Maria de’ Liguori di Pagani (SA).


Piumetto, il protagonista, è un buffo merlotto dal lungo becco e dalle gambe secche e flessibili, che grazie ai consigli del Topo Guardiano, si accorge che un Museo è un luogo incantevole dove è possibile compiere i più avventurosi, paurosi e divertenti viaggi. Fuori e dentro dalle porte dell’Arte, i piccoli spettatori sono protagonisti insieme a Piumetto di avventure all’interno di opere famose – come “La Principessa e il Drago” di Paolo Uccello; “Il Carnevale di Arlecchino” di Mirò, “l’Incubo” di Fussli, “Saturno che divora i suoi figli” di Francisco Lucentes Goya, “Guernica” di Pablo Picasso “Composizione di colori” di Piet Mondrian, “La Danza” di Henri Matisse, “Mobile” di Alexander Calder, “La Fontana” di Marcel Duchamp e tante altre – scoprono il rapporto tra arte, storia e fantasia e l’intensa relazione del colore con le emozioni.
Eccitazione, paura, musica, comicità giocate su toni semplici ed effetti sorpresa, sono le chiavi che aprono ai bambini la porta che conduce ad amare l’Arte, in quanto accende l’immaginario e fa godere emotivamente e desiderare di liberare il loro enorme potenziale fantasioso e creativo. Il viaggio didattico nelle opere d’Arte assieme a Piumetto, diventa incoraggiamento ad amare l’Arte, a condannare gli atti vandalici che troppo spesso si registrano contro il bellissimo patrimonio artistico italiano, e, nel coloratissimo finale, diventa anche invito a diventare artisti, o almeno a provarci, giocando con le tecniche, i colori, le storie.

Il Teatrino dell’ES
Il Teatrino dell’Es (“ES”: pronome personale tedesco col quale s’indica la prima fonte psichica impersonale nelle manifestazioni istintive, quindi Teatrino dell’Es come Teatrino dell’Inconscio, dei Sogni, della Fantasia e dei Desideri) è una delle più importanti realtà italiane ed internazionali dedicate al mondo dei burattini. Nasce nel lontano 1982, dopo 4 anni d’apprendistato coi più grandi Maestri italiani del ‘900 del settore, da Otello Sarzi col suo “T.S.B.M.” (Teatro Setaccio Burattini e Marionette), a Maria Signorelli con la sua “N.O.B” (Nuova Opera dei Burattini), fino al “ Teatro Giocovita”, specializzato nel teatro d’ombre, dipinte dall’illustratore scenografo Emanuele Luzzati. Nel corso di 33 anni di lavoro, Vittorio Zanella e Rita Pasqualini hanno collezionato collaborazioni coi più grandi artisti italiani, da Strehler a Zavattini, ed una lunga sfilza di riconoscimenti sia in Italia che all’estero, dove hanno girato numerosi paesi con i loro spettacoli. Al momento, hanno allestimenti per 65 spettacoli di burattini. Nel loro percorso artistico hanno cercato sempre progetti che partono dalla tradizione della Commedia dell’Arte, nei rispettivi idiomi d’appartenenza per non far dimenticare le origini da cui tutto parte, per giungere a innovativi spettacoli con contaminazioni più in sintonia al passo coi tempi. Il minimo comune denominatore è sempre la qualità dei progetti, mirati a suscitare stupore nei cuori e nelle menti dei giovani spettatori .

LASCIA UN COMMENTO