Un esperimento comunicativo ed una gara per la solidarietà martedì 1 a Pontecagnano.

0
113

okcomunicare-the-fightSperimentazione, determinazione e solidarietà. Queste le parole chiave alla base di Ok Comunicare The Fight, il progetto che prenderà il via il 1 novembre presso la web agency Ok Comunicare di Angela Casale, a Pontecagnano Faiano. Tra una riunione e l’altra, discutendo di temi comuni e di come poter comunicare sempre meglio la necessità di essere presenti in rete nel modo corretto, prestando la giusta attenzione, più volte l’attenzione è caduta su quanti, colpiti dai terremoti degli ultimi mesi, hanno dovuto interrompere la loro routine quotidiana, si legge tra le news del sito web.

“Pensiamo ad esempio a chi fa il nostro stesso lavoro e non avendo condiviso i dati in rete, deve partire da 0 per seguire i propri clienti. Sicuramente la ripresa del lavoro, non sarà stato il primo pensiero, ma tornare a fare la vita di tutti i giorni o almeno provarci, significa ricominciare, ripartire, ricostruire la comunità” afferma Angela Casale, Founder di Ok Comunicare. Così decidendo quale soluzione adottare per presentare i nostri servizi e pensando a qualcosa di innovativo, nasce Ok Comunicare The Fight: un piano di comunicazione full immersion, che attraverso i canali social e il sito dell’agenzia monitorerà quotidianamente i risultati della nuova strategia comunicativa. “Il progetto servirà sia a crescere professionalmente, sperimentando nuove strategie ed utilizzando nuovi mezzi, sia a farci conoscere. Ma il messaggio che vorremmo lanciare in maniera forte è quello di essere si presenti in rete, ma facendo attenzione a come si comunica”.

I dati inerenti il cyberbullismo e le conseguenze di privacy violata sono ormai raccapriccianti e gravi. Ad Ok Comunicare infatti si tengono corsi di informatica per tutte le età, corsi di navigazione protetta rivolta ai genitori che vogliono supervisionare la meglio la presenza telematica dei propri figli, corsi di social media marketing ed ufficio stampa 2.0. In situazioni difficili una mano tesa può fare tanto, perciò il team di Ok Comunicare ha deciso di provvedere con attrezzature informatiche e quanto necessario, ad aiutare quanti, nelle zone colpite dal sisma, lavorano in rete come noi. Parte dei proventi, derivanti dai piani di comunicazione redatti ai nuovi clienti, durante e dopo Ok Comunicare The Fight, saranno infatti devoluti alle popolazione colpite dal terremoto, attraverso l’ausilio di associazioni che hanno ben pensato di aiutare in tutti i modi, chi è stato colpito. Questa volta quindi oltre beni di prima necessità e vestiario, è stato dato il via alla raccolta di dispositivi mobile, ancora utilizzabili, da cedere a loro! Per seguire il progetto e partecipare alla gara di solidarietà è possibile visitare il sito web www.okcomunicare.it oppure inviare una mail a info@okcomunicare.it

LASCIA UN COMMENTO