Diego De Silva al Rodaviva di Cava sabato 6.

0
79

220px-DesilvafotoIl Bar Libreria Rodaviva di Cava de’ Tirreni (Sa), questa sera, sabato 6 dicembre, sperimenterà alle ore 22.00 un evento esclusivo all’insegna del divertimento culturale, dedicato a chi ama la lettura, ma è anche appassionato di musica, oppure a chi è semplicemente curioso di poter incontrare, in assoluta libertà, uno degli scrittori italiani contemporanei più affermati: Diego De Silva. Ad accompagnarlo Stefano Giuliano al sax ed Aldo Vigorito al contrabbasso.

L’iniziativa rientra nell’ambito della rassegna musicale “Dicembre in musica al Rodaviva”, diretta da Giusi Di Giuseppe ed in programma tutti i sabato di dicembre 2014 fino a sabato 3 gennaio 2015. Ad aprire la kermesse sarà, appunto, il Trio Malinconico con Diego De Silva, che leggerà brani tratti dalle sue opere accompagnato dalla musica di Stefano Giuliano ed Aldo Vigorito.

Napoletano di nascita e salernitano di adozione, Diego De Silva ha pubblicato presso Einaudi i romanzi “Certi bambini” (2001 – premio selezione Campiello, da cui è stato tratto il film omonimo diretto dai fratelli Frazzi), “La donna di scorta” (2001), “Voglio guardare” (2002 e 2008), “Da un’altra carne” (2004 e 2009), “Non avevo capito niente” (2007 e 2010, Premio Napoli, finalista al premio Strega), “Mia suocera beve” (2010 e 2012), “Sono contrario alle emozioni” (2011 e 2013), “Mancarsi” (2013). Sempre per Einaudi ha pubblicato il racconto “Il covo di Teresa” (2013, nella collana digitale dei Quanti) e la pièce “Casa chiusa”, pubblicata con i testi teatrali di Valeria Parrella e Antonio Pascale nel volume Tre terzi.

Nel 2013 Einaudi ha pubblicato la trilogia “Arrangiati, Malinconico” (che riunisce in un unico volume “Non avevo capito niente”, “Sono contrario alle emozioni”, “Mia suocera beve”). Suoi racconti sono apparsi nelle antologie Disertori, Crimini, Crimini italiani, Questo terribile intricato mondo. È fra gli autori di “Scena padre” (Einaudi 2013), “Giochi criminali” (Einaudi Stile Libero 2014, con Giancarlo De Cataldo, Maurizio de Giovanni e Carlo Lucarelli) e “Figuracce” (Einaudi Stile Libero, 2014). I suoi libri sono tradotti in Inghilterra, Germania, Francia, Spagna, Olanda, Portogallo e Grecia.

Ad accompagnarlo nell’appuntamento che si presenta come nuovo nel panorama degli eventi culturali offerti nella valle metelliana, il sax di Stefano Giuliano, che insieme al contrabasso di Aldo Vigorito darà vita ad un repertorio musicale tutto da gustare tra jazz e contaminazione elettronica.

Il prossimo appuntamento con la rassegna “Dicembre in musica al Rodaviva” si terrà, poi, sabato 13 dicembre, sempre alle ore 22.00, quando sarà di scena l’“Electric Ethno Jazz Trio”. Di recente costituzione, la formazione proporrà brani originali in uno stile che si pone ai confini tra la musica etnica e la musica jazz. L’utilizzo degli strumenti ora acustici ora elettronici e la loro sovrapposizione creerà un sound ricercato dal sapore tipicamente mediterraneo ed unico nel suo genere.

Per rimanere aggiornati su tutti gli appuntamenti della rassegna musicale “Dicembre in musica al Rodaviva” è possibile collegarsi al sito internet www.roda-viva.it.

LASCIA UN COMMENTO