Dal protocollo d’intesa al concerto della Fanfara: Paestum per Città della Speranza.

0
346

Un convegno sulla ricerca pediatrica e un concerto della Fanfara dei Carabinieri di Napoli. Sono queste, nell’ordine, le iniziative organizzate in favore della Fondazione Città della Speranza lo scorso 28 giugno a Paestum davanti ad un folto pubblico.

Il convegno, organizzato presso la sede della BCC Capaccio Paestum Serino, è stato caratterizzato dalla sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra la stessa e Città della Speranza: un impegno di tipo morale al fine di promuovere tra gli associati e la comunità l’importanza di sostenere chi è bisognoso – nella fattispecie i bambini colpiti da gravi patologie attraverso l’aiuto alla ricerca scientifica -, promuovendo almeno un’iniziativa di sensibilizzazione all’anno. A firmarlo sono stati il presidente e il direttore della Banca, rispettivamente Rosario Pingaro e Giancarlo Manzi, che hanno portato i loro saluti assieme alla dottoressa Teresa Giuliani. A parlare della mission di Città della Speranza, invece, sono intervenuti la past president Stefania Fochesato, la ricercatrice Lara Mussolin dell’Istituto di Ricerca Pediatrica e il Generale dei Carabinieri in pensione Carmine Adinolfi, sostenitore della prima ora di tale realtà. Tra i presenti vi erano anche alcuni rappresentanti del Comune di Capaccio Paestum, che ha collaborato all’organizzazione dell’iniziativa.

La giornata si è conclusa con le note della Fanfara dei Carabinieri di Napoli che si sono levate dall’Area Archeologica. Il concerto, molto applaudito e diretto da M° Mar. Magg. Luca Berardo, ha visto la partecipazione del soprano Michela Varvaro, del tenore Roberto Lenoci e della flautista Rebecca Lewis Lalatta, presentati da Giancarlo Magalli.

Un successo reso possibile – tra gli altri – grazie all’Arma dei Carabinieri che, data la rilevanza sociale dell’evento, si è assunta parte degli oneri della Fanfara, nonché ai Carabinieri e volontari dell’Arma non più in servizio attivo, con l’ispettore regionale, Generale Domenico Cagnazzo, il presidente della locale sezione, Nicola Guariglia, e il presidente emerito, Carmine Cerullo, tutti molto impegnati nello sviluppare il programma assieme al Generale Adinolfi.

Nel corso della serata è stata attivata una raccolta fondi che ha permesso di devolvere a Città della Speranza 850 euro.

Un sentito ringraziamento è giunto dalla Fondazione, non solo per la generosità dimostrata, ma anche per l’importante percorso intrapreso nella realtà campana che porterà sicuramente ad una proficua collaborazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here