Da Picentia ai Picentini, presentato il programma.

0
426
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

In occasione della terza edizione della Giornata Nazionale del Paesaggio, indetta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Museo di Pontecagnano propone domenica 17 marzo l’evento Da Picentia ai Picentini. Nuovi percorsi per l’Ecomuseo dei Picentini, presentato al pubblico e alla stampa giovedì 14 marzo. Già a partire dalla prima edizione della Giornata Nazionale del Paesaggio, il Museo di Pontecagnano ha aderito alla manifestazione mettendo in campo, insieme ad Associazioni ed Enti territoriali, il progetto di un Ecomuseo dei Picentini con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio storico diffuso che caratterizza quest’ampia parte di territorio.

Scheda itinerario Da Picentia ai Picentini_17 marzo

Le innumerevoli attrazioni archeologiche, storico-artistiche e monumentali, le bellezze paesaggistiche e ambientali, oltre alle peculiarità enogastronomiche dei Picentini offrono la possibilità di percorrere itinerari di visita nuovi e inattesi, alla portata di tutti, raggiungibili a piedi, in auto, in bicicletta o in mountain bike.

Dopo l’esperienza dello scorso anno, con la visita a luoghi e attrazioni dei territori comunali di Giffoni Valle Piana, Giffoni Sei Casali e San Cipriano Picentino, domenica 17 marzo l’itinerario partirà, come di consueto, dal Comune di Pontecagnano Faiano, porta ideale dell’Ecomuseo dei Picentini, e interesserà i Comuni di Olevano sul Tusciano, Montecorvino Rovella e Montecorvino Pugliano.

La partenza è prevista alle ore 8,30 dal Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano. La prima tappa toccherà Olevano sul Tusciano, dove il prof. Alessandro Di Muro, dell’Università della Basilicata, e i volontari dell’Associazione Olevano Arte accompagneranno i partecipanti rispettivamente alla visita del Castrum Olibani, complesso fortificato di età medievale da cui si gode un eccezionale panorama sul golfo di Salerno, e al borgo di Ariano. Si proseguirà poi per Montecorvino Rovella, dove si terrà una prima sosta al Santuario della Madonna dell’Eterno. Dopo la pausa pranzo presso il Convento di S. Maria degli Angeli è prevista la visita alla Cappella di Santa Maria delle Grazie, di recente restaurata e riaperta al pubblico, dove il prof. Carmine Tavarone illustrerà la storia e le caratteristiche del monumento, costruito alla fine del Quattrocento e decorato da pregevoli affreschi. Di seguito si raggiungerà la Chiesa di Sant’Ambrogio in località Occiano, oggetto di annuali campagne di scavo e di indagine da parte delle prof.sse Chiara Lambert e Francesca Dell’Acqua, dell’Università di Salerno, che guideranno la visita all’eccezionale monumento di età longobarda, con affreschi risalenti al IX secolo.

Al termine della giornata si raggiungerà Montecorvino Pugliano per visitare con gli allievi dell’Istituto Comprensivo il Convento della SS. Misericordia.

Con la partecipazione dei Comuni di Pontecagnano Faiano, Olevano sul Tusciano, Montecorvino Rovella e Montecorvino Pugliano, di Legambiente Campania e di Associazioni impegnate in attività di salvaguardia e valorizzazione del paesaggio (Paesaggi Narranti, CAI Salerno, FIAB Salerno, MTB Amina, Olevano Arte).         

       

 

            INFO

Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano “Gli Etruschi di frontiera”

via Lucania – Pontecagnano Faiano (SA)

tel: 089/848181 –  fax: 089.3854253

pm-cam.pontecagnano@beniculturali.it

www.polomusealecampania.beniculturali.it

LASCIA UN COMMENTO