CULTURA,TURISMO,OCCUPAZIONE GIOVANILE : E' ANCORA POSSIBILE A PALAZZO FRUSCIONE O DOBBIAMO CAMBIARE SEDE?

0
33

In uno  dei miei primi articoli pubblicati nella mia rubrica via raccontai

di una idea prospettatami dal nostro direttore                                                         

Avevo ed ho ho la possibilità

di spostare a Salerno un’intera biblioteca con oltre 20.000 volumi.

Molti di essi sono di notevole interesse

 scientifico, e stavo cercando “casa” per

sistemarvi i libri ed iniziare le attività di un Centro Culturale.

Antonio Bottiglieri, dopo aver visitato  a Roma la biblioteca,

si entusiasmò ed ipotizzò la sistemazione dei libri nel Palazzo Fruscione

invitandomi a creare le condizioni per fare del Centro un

a occasione per seguire i giovani, per sensibilizzarli ad una

crescita culturale capace di diventare

anche occasione per costruire opportunità di lavoro.

L’idea mi piacque ed iniziai a coinvolgere molte persone per preparare

un progetto che potesse realizzarsi e potesse coinvolgere le forze vive

della città.

Nei mesi successivi ho incontrato docenti universitari,

rappresentanti d istituzioni ed enti non solo locali, dirigenti scolastici,

operatori della formazione, gruppi giovanili : in sintesi ho iniziato a

coinvolgere molti per creare una occasione di sviluppo che avesse la

cultura come elemento trainante.

Poiché con una associazione avevo contribuito a preparare una idea

operativa nel settore del turismo, ritenni possibile che  le

ipotesi preparate potessero realizzarsi nel centro culturale essendo

convinto che  turismo e cultura sono il nostro patrimonio 

da valorizzare per

consentire alla giovane generazione per maturare e per trovare

occupazioni gratificanti.

Verso la fine dello scorso autunno tutto era pronto.

Ma pochi giorni fa, sul sito internet del Comune di Salerno, ho

saputo che  la Giunta Comunale, nell’espletamento delle

sue funzioni e per  motivi  che devo presumere seri,

ha avviato una “esplorazione” per chiedere la “manifestazione di

interesse per l’affidamento di Palazzo Fruscione 

per l’implementazione

e gestione di una biblioteca multimediale e di un punto

informativo-turistico”

La manifestazione di interesse deve essere presentata entro il prossimo

21 Febbraio.

Stando così le cose non possiamo perdere l’occasione che ci viene

offerta.

Dobbiamo nei prossimi giorni raccogliere tutto il lavoro svolto negli

ultimi mesi per presentare la “nostra manifestazione di

interesse ed il nostro progetto al Comune

di Salerno”.

Evidentemente non cesseremo di percorrere il cammino intrapreso

ma rispondere all’invito che ci viene dal è importante.

Potremo dimostrare che esiste una città viva che raccoglie le

opportunità che le vengono offerte.

Manteniamoci, perciò, in contatto e definiamo il progetto iniziando

anche ad avviare alcune iniziative che stavamo preparando e che

possono creare le condizioni per ulteriori adesioni al nostro lavoro.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO