Confindustria Salerno-Sindacati, firmato rinnovo accordo su detassazione degli stipendi.

0
27

Questa mattina, Mauro Maccauro Presidente di Confindustria Salerno, Maria Di Serio Segretario Generale CGIL Salerno, Matteo Buono Segretario Generale CISL Salerno, Gerardo Pirone Segretario Generale UIL Salerno e Franco Bisogno Segretario Generale UGL Salerno hanno rinnovato l’accordo volto a consentire l’applicazione delle norme sulla detassazione.

L’intesa consente all’universo delle imprese associate a Confindustria Salerno di applicare, per l’anno 2014, l’agevolazione fiscale a beneficio dei lavoratori che si avvantaggeranno di una minore tassazione sul trattamento economico percepito sulle componenti della retribuzione legate alla produttività.

Grazie all’accordo i lavoratori percepiranno una retribuzione netta superiore rispetto al passato e ciò consentirà loro di godere di una maggiore capacità di acquisto e di spesa.

Confindustria Salerno, CGIL, CISL, UIL e UGL forniscono, dunque, ad aziende e lavoratori uno strumento operativo che, nel rispetto dei disposti legislativi in tema, permette un miglioramento delle condizioni retributive a parità di costi aziendali.

“Oggi più che mai è necessario – ha affermato il Presidente di Confindustria Salerno Mauro Maccauro – lavorare ad un nuovo assetto delle Relazioni Industriali. La crisi, infatti, richiede rinnovate intese tra imprenditori e maestranze che incidano positivamente sulla produttività e sulla competitività delle aziende. Questo accordo, in particolare, consente un recupero del potere d’acquisto dei lavoratori dipendenti, eroso dagli effetti della crisi economica, e facilita la definizione e il raggiungimento di obiettivi condivisi fra impresa e lavoratori.”
Cgil, Cisl, Uil e Ugl di Salerno hanno espresso una valutazione pienamente positiva del testo sottoscritto. Per le Organizzazioni sindacali: “Abbiamo rinnovato l’accordo nella piena convinzione che la contrattazione di secondo livello sia uno strumento positivo per aziende e lavoratori. E’ necessario, ora, che esso trovi una sempre più ampia diffusione nel tessuto economico e produttivo della provincia di Salerno.”

LASCIA UN COMMENTO