Cinema e diritti umani, appuntamento giovedì 11 a cura di ART.TRE.

0
566
Dopo il successo della prima serata, giovedì 11 maggio, presso la sede dell’Associazione Culturale ART.TRE di vicolo San Bonosio, riprende la rassegna dedicata al cinema dei Diritti Umani.
Il Cinema dei Diritti Umani quest’anno è arrivato al carcere di Poggioreale (Napoli) accompagnato dalla Rete del Caffè Sospeso. In collaborazione con il Valsusa Film Festival, nell’ambito del concorso “CORTI DENTRO” tradizionalmente riservato ad alcune carceri italiane, è stata proposta ai detenuti del padiglione Roma, la valutazione di otto cortometraggi di vario argomento, preceduta da una breve presentazione della struttura delle opere. L’iniziativa è stata intrapresa dall’associazione “Cinema e Diritti”, che fa parte della Rete del Caffè Sospeso, in collaborazione con l’ASL Napoli 1 Centro che da due anni sta conducendo una serie di laboratori partecipati socio-riabilitativi e di reintegrazione sociale. Il progetto in questione si chiama “IV piano” perchè ricorda il luogo utilizzato per l’allattamento dei figli delle detenute quando la Casa Circondariale era mista e richiama l’accudimento che è alla base dei programmi socio-riabilitativi.

Il Cinema dei Diritti Umani ha potuto inserire l’esperienza di “CORTI DENTRO” all’interno di “IV piano” grazie all’attenzione dei dott. Marinella Scala e Stefano Vecchio che sono ospiti presso l’Associazione ART.TRE per la seconda sera dei Giovedì. Durante la serata saranno visionati tre degli 8 cortometraggi sottoposti al giudizio della giuria di Poggioreale. L’incontro offrirà inoltre l’occasione per discutere con il dottor Stefano Vecchio della “Carta dei Diritti delle persone che usano sostanze”, una dichiarazione prodotta a Genova nel 2014 da alcuni gruppi di operatori e utenti del settore delle tossicodipendenze. A moderare la discussione ci sarà Giovanni Carlo Bruno, ricercatore CNR ed esperto di Diritti Umani.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here