Casal Velino, interscambio con Honduras

0
88

NP0N3284Con un interessante e variegato progetto di interscambio culturale, artistico e turistico, Casal Velino è al centro di un portante onfronto tra origini e realtà attuali del Salernitano e dell’Honduras. Se ne è discusso in un incontro progettuale al Leucosya Hotel & Resort di Casal Velino Marina, una delle strutture più accoglienti del Cilento, meta di un pubblico esclusivo internazionale e meeting location. A promuovere la meritevole iniziativa, che si preannuncia di ampio respiro, la console onoraria honduregna a Salerno, Lucia Memoli ed il noto imprenditore salernitano Alfonso Grieco, presidente del Gruppo di preghiera I Fedeli di San Matteo “Ad Duo Flumina”, particolarmente impegnato, oltre che in ambito spirituale, in quello artistico-culturale e sociale, ovvero nella diffusione della conoscenza quale testimonianza di fede. 

“Tante sono le affinità tra la nostra civiltà e quella salernitana – spiega la console Memoli – Hanno avuto entrambe una storia passata di grande splendore, a partire dai filosofi, dagli astronomi e dai matematici, ed entrambe si trovano ad affrontare oggi dei concreti problemi di identità locale e di natura economica”.
“Quella che è stata Terra eletta della Magna Grecia e la patria dei Maya attualmente affrontano una realtà sociale ed economica caratterizzata da una impotenza da non sottovalutare – precisa il presidente Grieco – Puntiamo in uno sforzo comune che possa creare attrattori alternativi di qualità per i nostri rispettivi territori di competenza”. 
Da un lato, il Consolato dell’Honduras ha avuto modo di conoscere ed apprezzare il grande impegno profuso da Alfonso Grieco a favore della promozione della Cappella di San Matteo a Casal Velino, luogo di fervente culto nei secoli. Dall’altro, i Fedeli di San Matteo, guidati da Grieco, sono stati colpiti dalla articolata attività divulgativa delle testimonianze di un glorioso passato e del patrimonio naturalistico honduregno, svolta dal Consolato guidato dalla Memoli. È nat, quindi, l’idea di un interscambio mirato all’ “utilizzo sinergico delle potenzialità inedite e dimenticate dei rispettivi territori e dei giacimenti culturali non sufficientemente utilizzati” che prevede una serie di eventi e di interventi sul territorio in via di definizione, a partire da settembre. A questo si aggiunge la partecipazione straordinaria alla celebrazione di una Santa Messa svolta nella Cappella Ad Duo Flumina in Casalvelino Marina da Don Antonio Quaranta, Cappellano e Custode delle Spoglie dell’Evangelista Apostolo San Matteo nel Duomo di Salerno, che ha suscitato grande commozione da parte dei tanti  fedeli giunti appositamente.
Una ulteriore testimonianza del grande rapporto di amicizia e di stima tra il presidente del Gruppo di Preghiera Alfonso Grieco e don Antonio Quaranta, che è stato accolto con tutti gli onori, sia dal Parroco di Casalvelino don Pietro Sacco che dagli amministratori locali: il sindaco Domenico Giordano e la vice Silvia Pisapia.

LASCIA UN COMMENTO