Il Borgo in nuce, l'architettura di Cava raccontata in un libro.

0
61

Locandina_IlBorgoInNuceEsec-page-001Uno studio puntuale e minuzioso dei palazzi del borgo porticato di Cava de’ Tirreni, un lavoro scientifico durato circa 15 anni sulla storia, la conservazione e il recupero architettonico del centro storico della città metelliana. È questo “Il Borgo in nuce”, l’opera dell’architetto Lorenzo Santoro, pubblicata da Areablu Edizioni, che verrà presentata venerdì 18 dicembre, alle ore 18.00, presso l’Aula Consiliare del Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni.

I saluti saranno affidati al sindaco, Vincenzo Servalli, al presidente del Consorzio Cava – Centro Commerciale Naturale, Giampaolo Di Maio, e al Commissario dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Cava de’ Tirreni, Carmine Salsano. Spetta al professore Franco Bruno Vitolo, curatore dell’introduzione del libro, esplicare la conformazione de “Il Borgo in nuce”. Seguiranno gli interventi di:
Gerardo Di Agostino, editore di Areablu;
Lorenzo Santoro, architetto, funzionario coordinatore della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per le province di Salerno e Avellino e autore dello studio;
Francesca Casule, soprintendente Belle Arti e Paesaggio per le province di Salerno e Avellino, curatrice della presentazione dell’opera;
Stella Casiello, professore ordinario di “Restauro architettonico” presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi “Federico II” di Napoli;
Gianluigi de Martino, docente dottorato di ricerca Dipartimento di “Conservazione dei beni architettonici ed ambientali” presso la Facoltà di Architettura dell’Università “Federico II” di Napoli.

L’esperienza trentennale di Lorenzo Santoro alla Soprintendenza è confluita nel libro sul borgo di Cava, corredato da 63 schede includenti la storia, i restauri, i danni del terribile sisma dell’80 e gli interventi di adeguamento successivi, il regesto, i dati catastali, le foto, il prospetto e la pianta degli edifici presi in esame.           “Il Borgo in nuce – Storia, conservazione e recupero a Cava de’ Tirreni” mette in luce il fascino delle caratteristiche architettonico-decorative del centro metelliano e intende fornire un contributo valido attraverso una chiave di lettura che si basa essenzialmente sui           dati storici per definire interventi coerenti di restauro.Attraverso le 312 pagine del nuovo libro cartonato di Areablu Edizioni si viene a conoscenza dell’origine del centro, del suo continuo sviluppo a partire dal tredicesimo secolo fino ai nostri giorni, delle storie delle famiglie e delle attività commerciali che si sono avvicendate durante i secoli nei palazzi che si affacciano lungo il corso porticato.

LASCIA UN COMMENTO