A Bellizzi lancio di palloncini per la Giornata mondiale contro il Cancro Infantile lunedì 15.

0
114

Lancio Palloncini_ giornata mondiale contro il cancro  infantileSi tiene lunedì 15 febbraio 2016 la Giornata mondiale contro il Cancro Infantile o International Childhood Cancer Day- ICCD ideata da Childhood Cancer International- CCI, rete mondiale di 181 associazioni, guidate da genitori, provenienti da 90 paesi e 5 continenti.

L’organizzazione di volontariato Chiara Paradiso onlus- La Forza dell’amore aderisce alla giornata con il tradizionale lancio di palloncini che si tiene in più parti del mondo, a ricordo di tutti i bambini venuti a mancare con il cancro.

L’appuntamento è a Bellizzi in piazza Antonio De Curtis, adiacente alla scuola secondaria di primo grado “Gaurico” e l’Istituto Superiore Mattei. Alle ore 11.00 lancio dei palloncini insieme ai bambini, ragazzi, genitori e volontari.

Un lancio di oltre 10.000 palloncini che si terrà contemporaneamente in più punti dell’Italia da ospedali, scuole e piazze.

Un evento coordinato e congiunto con il coinvolgimento delle associazioni territoriali FIAGOP Federazione Italiana Associazioni Genitori Oncoematologia Pediatrica che vedono nella giornata un’importante occasione per riaffermare l’impegno dei genitori italiani nella lotta contro i tumori infantili, nello sviluppo della cultura della prevenzione e della tutela dei diritti del bambino e dell’adolescente colpito da questa malattia.

L’associazione Chiara Paradiso Onlus opera dal 2009 a Bellizzi ed è federata a FIAGOP.

I volontari svolgono la loro attività nel campo dei tumori e leucemie infantili, con attività di accoglienza, supporto e sostegno presso DH Presidio ospedaliero Umberto I° di Nocera Inferiore, hospice “Il Giardino dei Girasoli ad Eboli”, a chiamata nella Casa di Accoglienza Lions “Luigi Gallo” di Salerno e a casa dei piccoli pazienti.

Per FIAGOP sabato 20 febbraio 2016 ci sarà un altro appuntamento importante con l’udienza da Papa Francesco, circa 1000 persone tra bambini e ragazzi malati di tumori e leucemie, saranno accompagnati dalle loro famiglie e da volontari ad incontrare il Papa.

LASCIA UN COMMENTO