Aziende da tutto il Sud a Gusto Italiano, il taglio del nastro sul Lungomare di Salerno.

0
429

Gusto Italiano è una vetrina importante dove emerge il valore e l’importanza delle nostre eccellenze, che coniuga bene il buon cibo con una particolare attenzione alla salute. Così il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli partecipando alla cerimonia inaugurale della prima edizione di GUSTO ITALIANO,  la tre giorni dedicata alla valorizzazione delle produzioni tipiche, agli artigiani e produttori di qualità, alle  specialità agroalimentari e gastronomiche, ai prodotti tipici, alle materie prime locali ed alle eccellenze del territorio italiano, organizzata dalla CLAAI (Confederazione delle Libere Associazioni Artigiane Italiane) di Salerno, con il patrocinio del Comune di Salerno e Camera di Commercio di Salerno, in collaborazione con Tanagro Legno Idea, in partnership con Arnev, Centrale del Latte di Salerno e Carpino.

Quella di oggi ha dichiarato il primo cittadino può essere vissuta come una sorta di gemellaggio della Campania con le vicine regioni Calabria, Sicilia, Puglia, Basilicata, un confronto delle tipicità ineguagliabili che non può che avere un ritorno anche turistico.

E’ un salone all’aperto GUSTO ITALIANO, l’allestimento sul Lungomare Trieste di Salerno,  in programma fino a domenica 30 settembre, dove poter degustare le eccellenze del territorio, narrare la storia dei prodotti, toccare le specificità dei territori di provenienza, confrontarle tra loro e carpire le singolarità,  inaugurato dal Presidente della Claai di Salerno Gianfranco Ferrigno, alla presenza tra gli altri dell’assessore comunale al Commercio Dario Loffredo e del parlamentare salernitano Piero De Luca.

Produzioni di nicchia di alta qualità che risvegliano i sensi, in modo particolare l’olfatto. “Davvero infinite le specialità gastronomiche italiane proposte dagli artigiani agroalimentari coinvolti nell’iniziativa che punta a promuovere e valorizzare le aziende agricole e le imprese artigiane – ha dichiarato il Presidente della Claai FerrignoGUSTO ITALIANO vuole essere la mappa della filiera integrata del gusto dove qualità, legame con il territorio e lavorazioni tradizionali rappresentano l’unica via d’eccellenza dei sapori. L’unico dettaglio –  ha proseguito Ferrigno – è che servirebbe un contenitore diverso dal Centro Agroalimentare (dove oggi si svolgono gli eventi fieristici) dove poter meglio consentire lo svolgimento di iniziative come questa.

Una  grande opportunità per i consumatori di ritrovare in un unico luogo i tesori della gastronomia italiana, prodotti fatti ancora in maniera artigianale con una produzione stagionale limitata- ha dichiarato l’assessore Dario Loffredo.

Grande l’entusiasmo mostrato dal parlamentare Piero De Luca compiaciuto che Salerno sia ancora una volta vetrina di eccellenza delle nostre produzioni enogastronomiche legate al confronto con le altre regioni d’Italia. La Campania viaggia sempre con un marcia in piu’-  ha dichiarato il deputato salernitano – non mancando di replicare alle sollecitazioni del presidente Ferrigno sull’assenza di strutture adeguate in città per lo svolgimento di eventi.  “Salerno sta acquisendo una vocazione fieristica con presenze importati soprattutto nel settore dell’enogastronomia – ha detto De Luca – che ci spinge a pensare che questa città abbia la necessità di pensare ad una nuova struttura, un luogo dove poter ulteriormente rafforzare le presenze fieristiche”.

50 gli espositori in rappresentanza delle regioni italiane prodotti tipici ed enogastronomici di alta qualità fatti artigianalmente da aziende che valorizzano ogni giorno la tradizione e i sapori dei nostri territori:  Campania, Calabria, Basilicata, Sicilia,  Puglia.

Fino a domenica 30 settembre il Lungomare Trieste di Salerno (altezza Camera di Commercio) dalle ore 10 alle ore 24 rappresenterà un percorso di gusto dove sarà possibile trovare tantissimi prodotti tipici regionali italiani, proposti direttamente dai produttori, che allo stesso tempo spiegheranno i metodi di lavorazione e le materie prime utilizzate, oltre che a permettere ai visitatori di degustare le loro specialità.

La Campania (con 23 aziende) si rappresenta con i principali prodotti tipici: dall’ olio extravergine d’oliva ai formaggi freschi, di capra e mirto, al caciocavallo, dal carciofo bianco alla nocciola, dal tartufo al miele, dai prodotti cilentani al pane, alla pasta, biscotti e taralli, dai pomodori del piennolo, alle confetture ed alle conserve, ai salumi, al vino,  alle birre ed ai liquori.

Nell’ area della regione Calabria (rappresentata da 11 aziende)  trovano posto i salumi tipici con la ‘nduja, il liquore alla liquirizia, le acciughe ed i formaggi calabresi , la cipolla rossa di Tropea, il tartufo di Pizzo Calabro, i peperoncini, le spezie e le confetture.

Si parte dal formaggio Pecorino Canestrato di Moliterno, invece con la regione Basilicata (rappresentata da 10 aziende) , dove spiccano il peperone crusco, la melanzana rossa di Rotonda, il caciocavallo ubriaco al vino primitivo, il pecorino caprino, pasta, olio, salumi,vini, amari  e liquori.

Il Caciocavallo podolico e salumi del Gargano le referenze della tradizione, degli antichi sapori e dell’artigianato della Puglia.  E per deliziare i palati dei piu’ golosi la regione Sicilia sarà rappresentata dai cannoli siciliani e dal cioccolato di Modica.

E per la seconda giornata di laboratori a Gusto Italiano, sabato 29 settembre alle ore 18.30,  si riparte da un pilastro del Made in Italy come l’olio extravergine di oliva e con un focus dedicato ad una varietà cilentana come la Salella.

Davvero preziosa non solo per l’olio evo del Cilento che se ne ottiene,  ma anche per il fatto di essere protagonista di un prezioso Presidio Slow Food: l’oliva ammaccata. Nel ripercorrere la strada che ha compiuto questa antica varietà sarà possibile apprendere le caratteristiche del suo olio grazie ad una degustazione finale.

Alle ore 20.30 sarà la Basilicata a raccontare il suo prodotto simbolo: il peperone crusco. Un elemento che contraddistingue con grande forza cromatica, oltre che gustativa, la cucina lucana.  Nell’occasione sarà lo chef Giovanni Tarsia a mostrare – durante lo show cooking – la preparazione delle sue “Linguine al crusco con bocconcini di baccalà”. Tra gli ospiti l’Azienda Agricola Egidio Asselta di Bernalda (Matera) produttrice di olio evo di qualità.

Domenica 30 settembre ultimo appuntamento con l’olio evo ed i laboratori realizzati in collaborazione con il Consorzio Provinciale Olivicoltori. Sarà la città di Campagna, ma soprattutto la sua area agricola, la protagonista di questo appuntamento,  mentre alle ore 20.30 si focalizzerà l’attenzione su  un prodotto versatile e rinomato come la nocciola di Giffoni. Un momento di riflessione sull’importanza di scegliere nocciole italiane e di qualità, ma anche occasione per seguire la preparazione del piatto “Soffio del Mediterraneo” dello chef Nando Melileo.

Per la serata conclusiva dell’evento “Gusto Italiano” domenica 30 settembre, alle ore 21 anche la premiazione del contest  “Io mangio italiano” ideato per celebrare l’anima della cucina italiana fatta di ricette quotidiane e regionali, rivolto ad appassionate cuoche e cuochi (casalinghi) che hanno sviluppato ricette per la creazione di un piatto originale, creativo e attento ai principi del gusto italiano con tre prodotti simbolo della cultura gastronomica italiana: pasta, l’olio extravergine di oliva e pomodoro. Assieme allo chef Nando Melileo  sotto gli occhi del pubblico di Gusto Italiano sarà preparato il piatto della ricetta selezionata da una rosa di quattro finalisti.

L’ingresso alla manifestazione è gratuito.

Per info Claai di Salerno numero verde 800 97 33 07

 

Aziende partecipanti:

 

Sicilia:

SAPORI DI PALERMO- PALERMO

SAPORI DEGLI IBLEI- MODICA (RG)

Basilicata:

LUCUS SAPERI E SAPORI- MOLITERNO (PZ)

SEMPRE FREDDO- AVIGLIANO (PZ)

MARNI SALUMI- AVIGLIANO (PZ)

AMARO GIRASOLE- ALBANO DI LUCANIA (PZ)

LA GINESTRA SRL -VIGGIANELLO (PZ)

AZIENDA AGRICOLA DI LUCANIA- POLICORO (MT)

APICOLTURA RONDINELLA-  RIPACANDIDA (PZ)

AGRITURISMO CALIVINO-     ROTONDA (PZ)

AZIENDA AGRICOLA ASSELTA EGIDIO – BERNALDA (MT)

RETE D’IMPRESE RURALITA’ & GUSTO- RETE D’IMPRESE PARCO DEI SAPORI-  AVIGLIANO (PZ)

Calabria:

NERO DI CALABRIA- PATERNO CALABRO(CS)

CRISTAUDO LUIGI SRL- AMANTEA (CS)

LA ROCCA DEGLI DEI- ACQUAPPESA(CS)

CASEIFICIO OLIVERIO-  CASTELSILANO (KR)

VALLE DEL CRATI-      BISIGNANO (CS)

LUMAKRO’- CROTONE

LA ‘NDUJA DI SPILINGA-   SPILINGA(VV)

ORTOFRUTTICOLA IL MESSICANO-    DIAMANTE(CS)

SURIANOLII & C. SNC – AMANTEA(CS)

CHE SUD-   S. MARIA DE CEDRO(CS)

GELATERIA ARTIGIANALE TIZIANA-   PIZZO(vv)

Campania:

LIQUORIFICIO FATTORIE CILENTANE- AGROPOLI (SA)

LA BISCOTTERIA CIOTTARIELLO – VALVA (SA)

GIOVANNIELLO SRL- STURNO (AV)

CONSORZIO PROVINCIALE E OLIVICOLTORI-  SALERNO

ARTE TERRA AGROFFICINA DELLA NOCCIOLA- FISCIANO (SA)

AZIENDA AGRICOLA BIOLOGICA ABBAMONTE-  CAGGIANO (SA)

UNPLI -STAND ISTITUZIONALE-  MINORI (SA)

AZIENDA AGRICOLA CARBONE COSIMO- MONTECORVINO PUGLIANO (SA)

SOC. AGR. LA FATTORIA DI S. ANTONIO SRL- CAGGIANO (SA)

BISCOTTIFICIO DE PASCALE –  ROCCAPIEMONTE(SA)

AZIENDA AGRICOLA GIULIANI- ROCCADASPIDE (SA)

LA BISCOTTERIA DI ANNA- BASELICE-BN

ELISAN PASTIFICIO – PAGANI (SA)

LE DELIZIE DELL’ACQUAVONA – PRIGNANO CILENTO (SA)

TENUTE DEL FASANELLA SRL-  SANT’ANGELO  A FASANELLA ( SA)

LE NUOVE CHICCHE – SALERNO

SAPORI VESUVIANI- PORTICI (NA)

MANIFATTURA AGRICOLA STAGIONI PICENTINE- MONTECORVINO ROVELLA (SA)

AZIENDA AGRICOLA LA TORRETTA DI CIFRODELLI GIOVANNI-  CASTELNUOVO DI CONZA (SA)

FATTORIA DEL CERTOSINO DI FINELLI CINZIA- PADULA(SA)

VECCHIONE FOOD SRLS-  SARNO (SA)

BIRRIFICIO LIEVITO E NUVOLE – AVELLA(AV)

ASSOCIAZIONE RETE PRODUTTORI CARCIOFO BIANCO DEL TANAGRO- AULETTA (SA) (Addesso Donatina Azienda Agricola-Auletta, Azienda Agricola Perretta Nicola-Auletta, Coop. Colline Del Tanagro-Auletta, Gusto La Natura Si Fa Gelato-Auletta, Tellus L’arte Della Terra-Padula, Azienda Agricola Cafaro Vincenzo-Auletta, La Cesta Della Biodiversita’-Auletta, Panificio Scherzi Di Grano-Auletta)

Puglia:

Love Gargano

LASCIA UN COMMENTO