Auto senza guidatore? In Gran Bretagna è possibile…

0
22

Dalle strade della California a quelle inglesi. A partire da gennaio si potranno vedere le prime auto senza guidatore circolare a Londra o in altre città del Regno Unito. Il governo britannico ha dato il via libera ai test per i veicoli del futuro che sono già stati sperimentati negli Usa. ”Il Paese è in prima fila per questa trasformazione tecnologica e apriamo nuove possibilità per la nostra economia e società”, ha detto Vince Cable, ministro delle Attività produttive. Ha anche lanciato un fondo per la ricerca in questo settore da 10 milioni di sterline.

Il Dipartimento dei Trasporti sta già rivedendo il codice della strada per permettere la circolazione delle auto senza guidatore. E la revisione dovrà riguardare le due tipologie di veicoli ‘driverless’: quelli parziali, in cui una persona a bordo in qualsiasi momento può intervenire per riprendere il comando del volante e quelli invece in cui è solo il computer a controllare il veicolo.

Le università britanniche, fra cui quella di Oxford, stanno lavorando a progetti pilota su questo nuovo tipo di veicoli. Fra le imprese più all’avanguardia c’è invece la Mira, che rifornisce l’esercito britannico di tecnologia per mezzi automatizzati e da tempo compie test su circuito nelle Midlands, nel centro dell’Inghilterra.

Altri Paesi nel mondo hanno già avviato una serie di sperimentazioni. A partire dagli Stati Uniti, in cui California, Nevada e Florida hanno introdotto test per questo tipo di veicoli. Nella sola California, le auto senza guidatore progettate dal colosso Google hanno percorso quasi 500 mila chilometri su strada.

LASCIA UN COMMENTO