Appuntamento a Ravello con l’innovazione grazie alla Conferenza Internazionale ICABR in programma all’Auditorium Oscar Niemeyer dal 4 al 7 giugno.

0
297
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

La conferenza ICABR del 2019 si concentrerà su innovazioni, finanziamenti per lo sviluppo e la commercializzazione di queste innovazioni e le norme e le politiche che incoraggiano o restringono le innovazioni. Esplorerà il ruolo dell’innovazione, della finanza e della regolamentazione per quanto riguarda lo sviluppo di sistemi alimentari e sanitari sostenibili che possano contribuire agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

L’innovazione continua a essere un importante motore di crescita della bioeconomia sia nei paesi ricchi che in quelli in via di sviluppo e le loro risposte alle sfide ambientali e ai cambiamenti climatici. La modifica genetica, l’ecologia microbica nel suolo e nello stomaco umano, la digitalizzazione e la trasformazione digitale, la robotica e altre tecnologie creano opportunità e minacce per importanti soggetti interessati nella bioeconomia. Le innovazioni nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione possono influenzare l’adozione e la domanda di pratiche e prodotti della bioeconomia migliorando il trasporto e traducendo i benefici, i rischi e i trade-off. La conferenza cercherà una migliore comprensione di come funzionano le innovazioni in queste aree e il potenziale impatto delle innovazioni dirompenti sulla bioeconomia e sulla società in generale.

La finanza è la chiave per lo sviluppo e l’adozione dell’innovazione. Le innovazioni nel settore finanziario come il crowdfunding, le catene a blocchi, il capitale di rischio nei mercati in via di sviluppo e gli investimenti ad impatto hanno un impatto sulla ricerca, sull’innovazione, sull’adozione di nuove tecnologie e sullo sviluppo economico. Le infusioni di capitali governativi dalla Cina e dagli Stati Uniti e fusioni e acquisizioni nelle industrie di input agricoli e nell’industria alimentare possono aumentare o ridurre la ricerca e l’innovazione da parte delle grandi e piccole imprese.

Regolamentazioni e politiche possono fornire incentivi all’innovazione, ma possono anche essere importanti limiti allo sviluppo della bioeconomia. Politiche come Brexit e la disputa commerciale USA-Cina oltre a crescenti restrizioni sulla migrazione stanno sconvolgendo i flussi globali di innovazioni, risultati e input per la bioeconomia. Fornire regolamenti e standard che garantiscano ai consumatori la sicurezza delle nuove tecnologie senza arrestare lo sviluppo di nuove tecnologie innovative rimane una sfida per i responsabili politici e le parti interessate. Gli eventuali limiti dei regolamenti sono stati evidenziati dalla decisione della Corte di giustizia dell’Unione europea secondo cui le varietà sviluppate mediante mutagenesi dovrebbero essere regolamentate come organismi geneticamente modificati.

LASCIA UN COMMENTO