“Aeroporto Salerno – Costa d’Amalfi” – quali prospettive future? Per Fdi – An, manca un piano serio e condiviso.

0
65

logofdiSi è tenuta presso un noto locale di Pontecagnano Faiano, la conferenza stampa sull’Aeroporto “Salerno – Costa d’Amalfi” organizzata dalla locale sezione di FdI-An.

Alla presenza di numerosi amministratori locali, il segretario cittadino del partito Fabio Trapanese, il capogruppo di FdI-An e già vice-presidente della SPA di gestione dello scalo salernitano Antonio Anastasio e l’assessore provinciale nonché membro della stessa SPA Adriano Bellacosa, hanno sottolineato l’importanza di arrivare ad un piano serio e condiviso per il definitivo rilancio della struttura aeroportuale.

In particolare dopo i saluti istituzionali del segretario Trapanese che ha chiesto risposte immediate e chiare all’amministratore unico dell’Aeroporto Salerno – Costa d’Amalfi, è stata la volta del consigliere Anastasio, che ha posto in evidenza la problematica dell’aumento delle spese per la gestione dello scalo e l’immobilismo per ciò che concerne le risorse stanziate sia dalla Regione Campania (circa 2 milioni di euro) sia dal decreto Sblocca Italia che prevede un esborso di circa 40 milioni di euro, immobilismo che lo stesso Anastasio ha attribuito proprio a chi dovrebbe condurre verso una definitiva privatizzazione lo scalo e a un abbassamento delle spese inutili e improduttive che in realtà sarebbero aumentate, ma soprattutto allo scarso coinvolgimento delle amministrazioni locali, tenute ai margini di scelte importanti.

Proprio la mancanza di condivisione, è il punto focalizzato dallo stesso Adriano Bellacosa, che ha sottolineato il ruolo importante della Provincia di Salerno nella precedente gestione e le troppe divisioni accompagnate da totale assenza di prospettive future, che in seguito hanno delimitato di molto la crescita ed il definitivo decollo dello scalo aeroportuale.

LASCIA UN COMMENTO