Abbattute barriere architettoniche alla Chiesa di Santa Maria del Buon Consiglio a Campagna.

0
137

Si è svolta nel pomeriggio di domenica 16 ottobre, in occasione dei festeggiamenti in onore di S. Gerardo, la cerimonia di inaugurazione della rampa di accesso alla Chiesa di S. Maria del Buon Consiglio della frazione Serradarce di Campagna. Presenti al taglio del nastro il Sindaco di Campagna, Roberto Monaco, alcuni esponenti dell’amministrazione comunale, l’Associazione di Promozione Sociale “Mi girano le ruote” di Campagna, da sempre in prima linea nelle battaglie per la libera accessibilità dei luoghi pubblici.

La pedana portatile removibile, in ottemperanza all’articolo 3 D.M.LL.PP. 236/1989, secondo il quale tutti gli edifici di culto devono essere visitabili o perlomeno prevedere una zona riservata facilmente accessibile per assistere alle funzioni religiose, consentirà per la prima volta l’ingresso alla chiesa anche alle persone in carrozzina, nonché ad anziani con problematiche di deambulazione e mamme con passeggini. Un importante intervento di adeguamento in quanto le chiese sono tradizionalmente votate all’accoglienza verso tutti, in particolare verso chi è più in difficoltà. Il provvedimento dimostra l’attenzione concreta verso le istanze dei cittadini sia della Giunta Comunale che dell’opposizione nella figura della consigliera Immacolata Maratea, sensibile alla fruizione culturale e turistica del territorio perché la disabilità incontra ostacoli ovunque, non ha colori politici e non è né di destra né di sinistra. Quanto realizzato è frutto, quindi, di una fattiva collaborazione sinergica tra l’ente locale, i privati cittadini, la comunità parrocchiale e il mondo dell’associazionismo, in particolare il sodalizio “Mi girano le ruote” presieduto da Vitina Maioriello che, nell’ambito del volontariato e dell’attivismo sociale, da due anni porta avanti il progetto denominato “Barriere no limits – Adotta una barriera e abbattila”, finalizzato all’abbattimento delle barriere architettoniche in modo da poter rendere visitabili e fruibili a tutta la popolazione luoghi istituzionali, turistici e attività commerciali. La presidente Maioriello afferma: <<l’installazione della pedana di cui è stata dotata la chiesa è sinonimo che l’unione fa la forza e che gli obiettivi possono essere raggiunti lavorando di concerto con tutte le forze sociali presenti sul territorio. Si tratta di un importante intervento di natura socio-culturale in quanto è proprio la mancanza di cultura e sensibilità la prima barriera da abbattere. Recarsi in alcune chiese per le persone con capacità speciali è tutt’altro che facile. Partecipare alla messa per i fedeli in carrozzella resta ancora oggi un’impresa. Le barriere architettoniche impediscono a moltissime persone con disabilità di partecipare alle funzioni liturgiche in un gran numero di chiese del nostro paese. Campagna ha un patrimonio artistico-culturale invidiabile. Chiese storiche che, pur se semplicissime nella forma, sono luoghi in cui è evidente il senso della sacralità. Nei mesi scorsi abbiamo incontrato anche S.E. Mons. Moretti per confrontarci su questa tematica. Non abbiamo la pretesa di rendere tutte le chiese visitabili, ma ove possibile, cercheremo di ottenere le autorizzazione per i progetti di adeguamento degli edifici religiosi relativamente all’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno. Invitiamo, quindi, tutte gli enti e le strutture pubbliche e private a sposare la nostra mission eliminando ogni impedimento fisico al loro accesso perché per noi l’accessibilità va di pari passo con l’inclusività>>.

LASCIA UN COMMENTO