Inaugurati i rinnovati punti di ristoro al Campus di Fisciano.

0
224
 
Questa mattina al campus di Fisciano, l’Università di Salerno e la Fondazione UNISA hanno presentatorinnovati punti ristoro interessati da significativi lavori di restyling e ammodernamento. Hanno parte all’inaugurazione il Magnifico Rettore Aurelio Tommasetti e il Presidente della Fondazione UNISA Caterina Miraglia. Gli spazi che sono stati interessati dalla riqualificazione sono: il punto ristoro dell’area umanistica, il bar “Paestum” (piano terra – edificio B), il punto ristoro dell’area di Ingegneria, il bar “Positano” (piano 0 – edificio E) e il bar di Scienze (piano 0- edificio F).


 
“Nel 2013, nel mio programma da rettore, era già chiarita la volontà di lanciare una politica di ristrutturazione e di manutenzione degli ambienti. Meno inaugurazioni, più manutenzioni è la nostra mission –  ha esordito il rettore Tommasetti. Lo stiamo facendo con questo corposo programma di lavori che prende il nome di CostruendoUnisa e che prevede tutta una serie di interventi anche molto innovativi, in linea con le esigenze sempre diverse dell’utenza. La nostra è una Università-Campus che deve necessariamente essere un posto bello in cui vivere, studiare e lavorare.  Quando ho iniziato il mio percorso erano presenti quattro bar, nel frattempo ne abbiamo realizzati altri due, uno a Scienze e uno a Medicina al campus di Baronissi, dove abbiamo introdotto anche la mensa con l’Adisurc. Questi punti ristoro, insieme a quelli che oggi abbiamo presentato, sono tutte strutture funzionali, moderne, efficienti e belle, come  l’insieme di strutture e servizi che stiamo costantemente rinnovando” – ha concluso il rettore. 
 
“La presentazione di questi nuovi e rinnovati spazi è la dimostrazione della tenacia con cui questo campus viene curato. La riqualificazione di strutture obsolescenti è importante. La Fondazione ha il compito di supporto alla erogazione di servizi utili e di sostanza soprattutto per i nostri giovani” – ha dichiarato il Presidente della Fondazione UNISA Caterina Miraglia. 

 

 

LASCIA UN COMMENTO