18-22 giugno, VI Seminario Internazionale della Scuola Dottorale di Alta Formazione “Mondi mediterranei e Italia meridionale nel Medioevo”.

0
208

Dal 18 al 22 giugno 2018 presso il Campus Universitario di Fisciano si terrà il VI Seminario Internazionale della Scuola Dottorale di Alta Formazione “Mondi mediterranei e Italia meridionale nel Medioevo”.

La Scuola dottorale “Mondi mediterranei e Italia meridionale nel Medioevo”, organizzata dall’Università degli Studi di Salerno (Dipartimenti di Scienze del patrimonio culturale e di Scienze umane, filosofiche e della formazione), dall’Università degli Studi della Basilicata (Dipartimento di Scienze Umane), dall’Università degli Studi di Napoli Federico II (Dottorato di ricerca in Scienze storiche, archeologiche e storico-artistiche) e dall’École Française de Rome, ha lo scopo di fornire alta formazione per affrontare tematiche legate alla storia, alla civiltà e alla cultura dell’Italia meridionale e del più ampio ambiente mediterraneo in età medievale.

La Scuola, pertanto, riunisce docenti esperti e giovani ricercatori al fine di offrire un’occasione di riflessione, di discussione, di approfondimento metodologico e di aggiornamento storiografico sulle diverse fonti storiche e sulle modalità di una loro corretta e proficua utilizzazione.

Nell’edizione di quest’anno si intende affrontare lo studio di alcuni aspetti della storia religiosa che hanno particolarmente caratterizzato il mondo mediterraneo ed analizzare a vari livelli le fonti che consentano di ricostruirne specificità e valori.

I borsisti parteciperanno alle giornate presentando una loro relazione nella quale illustreranno un progetto di ricerca e le diverse fonti da loro adoperate.

Il seminario è destinato in particolare ai giovani ricercatori, dottorandi o già in possesso del titolo di dottorato, che studiano argomenti relativi all’Italia e/o alle altre regioni del Mediterraneo medievale, per i quali saranno stanziate dodici borse, che copriranno i costi complessivi di soggiorno; le spese di viaggio rimangono a carico dei partecipanti.

Ciascuna delle quattro giornate di studio (da lunedì 18 a venerdì 22 giugno) è organizzata in due sezioni:

– Sezione antimeridiana, con l’intervento di un docente proveniente da università e istituzioni culturali europee o extraeuropee.

– Sezione pomeridiana, in cui i giovani studiosi frequentanti presenteranno e discuteranno le ricerche che hanno in corso (interventi di massimo 20 minuti).

I candidati, entro il 12 maggio 2018, dovranno inviare per posta elettronica a mondimediterranei@gmail.it:

– Una domanda di partecipazione con sintetica motivazione del loro interesse.

– Un breve curriculum studiorum indicante in particolare le competenze linguistiche e le eventuali pubblicazioni.

– Un sommario del programma di ricerca (6.000 battute al massimo).

– Una lettera di presentazione di un docente universitario o di uno studioso esperto, che faccia da garante.

I candidati verranno selezionati dal Comitato Scientifico sulla base della congruità tra il loro programma di ricerca e l’argomento del seminario. Il risultato della selezione sarà reso noto entro il 18 maggio 2018. Contestualmente sarà inviato ai vincitori il programma dettagliato delle giornate e le informazioni logistiche.

I vincitori dovranno poi inviare il testo del loro intervento (30.000 battute al massimo) in una delle tre lingue (italiano, francese, inglese) entro il primo giugno 2018. I partecipanti dovranno, inoltre, preparare una presentazione Powerpoint in una delle due lingue tra quelle non prescelte. Ogni singolo progetto presentato verrà commentato da uno dei docenti partecipanti al workshop e discusso collettivamente dagli altri docenti e partecipanti alla Scuola. Su proposta del Comitato Scientifico della Scuola, gli interventi migliori potranno venire sottoposti ai Comitati di lettura delle riviste Mélanges de l’École française de Rome. Moyen Âge e Schola salernitana per una eventuale pubblicazione. Il Comitato Scientifico si riserva la possibilità di accogliere come uditori altri partecipanti interessati alle tematiche trattate che assumeranno a proprio carico i costi di soggiorno.

Gli ammessi al seminario hanno l’obbligo di frequenza per l’intera settimana.

LASCIA UN COMMENTO