Ue punta a polizze più trasparenti e mutui anche all’estero

0
218

BRUXELLES – Più scelta per i consumatori e prezzi più bassi nel settore dei servizi finanziari, sono gli obiettivi del piano d’azione lanciato oggi dalla Commissione europea. L’iniziativa, tra le altre cose, porterà a maggiore trasparenza sui prezzi di cambio delle valute europee, sulle assicurazioni auto (per evitare sorprese quando, ad esempio, si noleggia in un altro Paese), ed assicurerà che si possa avere accesso a prestiti vantaggiosi anche in Paesi diversi dal proprio, cosa che oggi viene ostacolata da molte banche perché non possono controllare l’affidabilità dei clienti residenti altrove.

La Commissione vuole non solo aumentare la scelta dei consumatori ma anche aiutare le imprese ad aumentare la platea a cui si rivolgono, innescando un meccanismo virtuoso che aiuti il Mercato Unico ad integrarsi e funzionare sempre di più. Oggi, non è sempre così: basti pensare, ad esempio, ai bonifici bancari che hanno prezzi diversi in alcuni Paesi con valute differenti dall’euro, come la Polonia. Bruxelles punta a semplificare e rendere più trasparenti le operazioni sui servizi finanziari, in modo che i consumatori possano scegliere liberamente i loro prodotti in tutta la Ue, anche online, e i fornitori possano raggiungere clienti in tutti gli Stati.

L’associazione dei consumatori europei (BEUC) plaude al piano d’azione della Commissione Ue che, tra le altre cose, combatte gli alti costi che si affrontano all’estero quando si deve scegliere se pagare con la propria valuta o con quella del Paese dove ci si trova (Dynamic Currency Conversion). “Chiedere a un cliente se vuole pagare nella sua valuta può sembrare un buon servizio, ma in realtà il consumatore sta quasi sempre pagando senza accorgersene”, spiega il direttore generale del Beuc, Monique Goyens, in una nota. Inoltre, Beuc sostiene anche l’iniziativa volta a tagliare i costi per i pagamenti transnazionali tra Paesi euro e non euro

LASCIA UN COMMENTO