Sull’ospitalità alberghiera ed extra alberghiera “green” torna “Specchi d’acqua e dintorni”. Gli architetti lavorano in piazza a Scario dall'8 al 10 settembre.

0
59

Il nuotatore di Tullia e Augusto PierriTorna a Scario, nei giorni 8, 9 e 10 settembre, “Specchi d’acqua e dintorni”, l’evento che trasforma la piazza della località turistica salernitana in uno studio professionale di architettura  “en plein air”, per osservare, discutere e progettare sul territorio.

Dopo l’edizione dedicata al waterfront, per cui l’amministrazione comunale di San Giovanni a Piro ha già messo a finanziamento uno dei progetti realizzati durante il workshop, sarà la volta delle strutture alberghiere ed extra alberghiere: obiettivo è il miglioramento di hotel, b&b, case vacanza, villaggi turistici, campeggi, con particolare attenzione alla salvaguardia dell’ambiente.

 

Organizzato dall’Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Salerno presieduto da Maria Gabriella Alfano, in collaborazione con il Comune di San Giovanni a Piro e la Lega Navale Italiana sezione Scario, il workshop prevede i tre momenti de  l’osservazione del territorio, il dibattito e la progettazione.

La piazza sarà lo studio in cui oltre 50 architetti si ritireranno per mettere su carta le proprie idee, nelle mattine del venerdì e del sabato. La giornata di giovedì 8 sarà dedicata all’escursione lungo la costa e alla ricognizione del territorio con particolare riferimento alle strutture ricettive.

Tutor dei gruppi di lavoro saranno gli architetti: Franco Luongo (vicePresidente dell’Ordine) che coordinerà l’intero workshop, Donato Cerone (Consigliere dell’Ordine), Bianca De Roberto, Nicola Pellegrino (Tesoriere dell’Ordine), G. Alessio Scarale, Roberto Vanacore e Aldo Bruno. Il pomeriggio di venerdì 9 si terrà, sempre in piazza, il Convegno sul tema “Le nuove frontiere dell’ospitalità green”, con le conclusioni del Consigliere delegato al Turismo Franco Alfieri e del vice presidente e assessore all’Ambiente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola. Sabato 10, nel pomeriggio, i progetti saranno illustrati all’amministrazione comunale di San Giovanni a Piro con il sindaco Ferdinando Palazzo e alla cittadinanza. Concluderanno la tre giorni mostra e sfilata sul riciclo nell’arte e nella moda, a cura dell’architetto Emilia Smeraldo, vicePresidente di Lega Navale Italiana – sezione di Salerno e di Daniela Bonizio, consigliere del Collegio Geometri e Geometri Laureati di Salerno, con la collaborazione di Jessica Miranda Mazzitelli, Lega Navale Italiana, sezione di Scario.

Sono stati invitati a partecipare ai momenti di dibattito, amministratori comunali, imprese di costruzione, operatori turistici e tecnici. A tutti saranno mostrati esempi virtuosi e buone pratiche capaci di garantire il risparmio energetico, la riduzione dei rifiuti, i possibili canali di finanziamento.

“Il territorio del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano – ha spiegato la presidente dell’Ordine degli Architetti Maria Gabriella Alfano – deve, a nostro avviso, caratterizzarsi per la presenza di strutture recettive green, improntate alla massima sostenibilità ambientale. Mostreremo, infatti, come si può costruire un albergo a basso consumo energetico e come è possibile ridurre del 90% i rifiuti, come è accaduto in altre zone della regione”.

Il workshop gode del patrocinio morale di Regione Campania, Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Ance, Camera di Commercio di Salerno, Touring Club Italiano, Autorità Portuale, Ordine degli Ingegneri della provincia di Salerno, Collegio dei Geometri, Consiglio Nazionale degli Architetti, Consiglio Nazionale degli Ingegneri.

LASCIA UN COMMENTO