Il cordoglio dei giornalisti di Cava per la scomparsa di Peppino Muoio.

0
64

Tanopress -L’associazione giornalisti Cava – Costa d’Amalfi “L. Barone” esprime il proprio cordoglio per l’improvvisa scomparsa del decano Giuseppe Muoio, venuto a mancare oggi all’età di 78 anni.

Peppino Muoio, così da tutti conosciuto, è stato professore al Liceo Scientifico di Cava e storico corrispondente del Mattino. Centinaia di giovani lo ricordano a distanza di tanti anni per il suo fare burbero, ma che era il modo per educare le giovani menti al rispetto di sé e per gli altri. Sempre pronto a insegnare agli studenti a prendersi le proprie responsabilità, maestro di vita e di studi. Centinaia i consigli comunali seguiti dal prof. Muoio che ne sintetizzava le tematiche e gli spunti per i lettori della pagina di Salerno del Mattino.

E uno degli ultimi gesti prima della sua dipartita è stato proprio inviare le notizie al giornale. I Cavesi lo ricordano anche come l’ultimo direttore de “Il Castello”, la testata fondata dall’avv. Mimì Apicella.

Con “Il Castello” il professore continuò l’opera del fondatore, diffondendo le notizie di Cava, sia politiche che di lieti o funesti eventi.

Un personaggio a tutto tondo che ha lasciato una profonda impronta nei cuori Cavesi e in coloro che poi si sono cimentati nel giornalismo.

I funerali si terranno venerdì alle ore 16 nella Chiesa di S. Lorenzo e siamo sicuri che la Chiesa sarà piena di persone che vorranno dare un ultimo saluto al professore.

LASCIA UN COMMENTO