OLTRE 200 CANDIDATURE PER LA SECONDA EDIZIONE DI “OFFICINA MPS” DEL MONTE DEI PASCHI DI SIENA .

0
5124
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

La Campania, primeggia per quanto riguarda la richiesta di candidature per partecipare alla seconda edizione di “Officina Mps”, l’iniziativa con la quale Banca Monte dei Paschi di Siena in partnership con “Accenture” si pone l’obiettivo di valorizzare le start up e le pmi ad alto contenuto tecnologico e innovativo. Sono oltre 200 le candidature arrivate per la seconda edizione di “Officina Mps” e Avellino, con quasi il 40% delle richieste, risulta essere la provincia a maggior vocazione innovativa. Il cliente è al centro di questa edizione e le start up sono state chiamate a presentare proposte innovative orientate a trovare soluzioni evolute per soddisfare i bisogni bancari di due differenti categorie, le famiglie e le imprese. Tra le start up che hanno presentato domanda attraverso il sito internet www.officina.mps.it, il 61% si è candidata per soluzioni bancarie a vantaggio delle imprese, mentre il 39% a favore dei privati. Inizia adesso la fase di selezione e valutazione nella quale saranno individuati i 14 progetti dedicati a imprese e privati che le start up e le aziende innovative avranno la possibilità di sviluppare. Di concerto con il management di Banca Mps saranno identificate le applicazioni concrete al contesto della Banca delle innovazioni proposte in ottica di “co-progettazione” da realizzare in tempi rapidi. Le start up potranno verificare l’applicabilità dei loro progetti in un contesto reale: i professionisti di Mps avranno la possibilità di accrescere le loro competenze contaminandosi direttamente con chi fa innovazione, dando ulteriore impulso al percorso di cambiamento già avviato dalla Banca MPS che ha chiuso il 2018 con un utile di 279 milioni di euro. Le 14 proposte verranno presentate in primavera durante il Selection Day che identificherà 4 finaliste che si sfideranno per aggiudicarsi il premio finale di 25.000 euro, oltre a poter lavorare da subito con la Banca. Il progetto è nato con l’obiettivo di scoprire e promuovere le idee delle start up innovative, perseguendo allo stesso tempo il rafforzamento dell’esperienza cliente, il miglioramento dei processi aziendali e lo sviluppo dell’offerta commerciale. “Officina Mps” promuove anche un percorso di sensibilizzazione delle start up partecipanti ad una cultura dell’innovazione sostenibile, in sintonia con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dettati dalle Nazioni Unite, con l’introduzione di un premio speciale dedicato. Sono già una decina le start up della prima edizione che oggi lavorano con un contratto con Mps e che hanno fornito idee immediatamente attivabili nelle attività della Banca come ha spiegato il dottor Marco Morelli, Amministratore Delegato di Banca Monte dei Paschi di Siena: “Banca Mps, nel pieno di un articolato e complesso piano di ristrutturazione, ha intrapreso un cammino originale di innovazione e cambiamento fondamentale in uno scenario bancario in continua evoluzione che necessita di idee sempre nuove per sostenere la ripresa economica. Con “Officina Mps” abbiamo creato un sistema unico e distintivo per agganciare competenze, persone e idee con un flusso spontaneo in entrata che altrimenti sarebbe difficile da intercettare. Un’iniziativa che esce dall’attività ordinaria della Banca, permettendo di valorizzare Mps e al contempo di sostenere lo sviluppo dei giovani e delle realtà imprenditoriali ad alto contenuto tecnologico e innovativo, elementi fondamentali per il futuro del Paese”.

Aniello Palumbo

LASCIA UN COMMENTO